CLN Cus Molise, serve l'impresa col Capurso per salvare la categoria. Di Stefano: "Ci crediamo"

L’ultimo sforzo per andare a caccia della salvezza. Con il cuore, con le gambe e la testa il Cln Cus Molise affronta domani la gara di ritorno dei playout contro il Capurso. La gara, in programma alle ore 16 si giocherà nell’impianto Vito Pinto di Mola di Bari. Si parte dal 3-4 dell’andata maturato una settimana fa al Palaunimol con i rossoblù chiamati a ribaltare la situazione e a vincere con due gol di scarto per mantenere la serie A2 élite.

La squadra del capoluogo ha dimostrato nel primo incontro di avere le carte in regola per ambire alla salvezza. All’appello mancherà lo squalificato De Nisco mentre tornerà a disposizione Triglia che ha scontato il turno di stop imposto dal Giudice Sportivo.

“Servirà una grande impresa ma io ci credo – le parole alla vigilia del capitano Antonio Di Stefnao – e con me ci credono tutti i ragazzi, il mister e la società. C’è indubbiamente rammarico per come è andata a finire la gara di andata perché l’avevamo in pugno e siamo stati sconfitti. Ripartendo dalle cose buone che abbiamo fatto ci sono le possibilità per costruire la salvezza”.


-Che gara ti aspetti dal punto di vista tecnico?

“Sicuramente complicata come lo è stata anche quella di andata. Loro sono una squadra esperta che non molla mai. Dal canto nostro dovremo essere bravi a limare gli errori e a mantenere alta la concentrazione durante tutto il confronto. Il difficile viene adesso ma siamo pronti”.


-Dando uno sguardo alla stagione in generale per quale momento c’è più rammarico a tuo avviso?

“Non abbiamo avuto un buon inizio di stagione pagando a caro prezzo lo scotto della nuova categoria. Poi ci siamo ripresi bene infilando una serie di vittorie consecutive che ci hanno consentito di dare una sterzata alla stagione e di agguantare i playout. Peccato davvero perché sabato scorso avremmo potuto portare a casa la vittoria. Non ci siamo riusciti e adesso bisogna cercare di fare il massimo per mantenere la categoria. La serie A2 élite è un patrimonio non solo del Circolo La Nebbia Cus Molise ma di tutta la regione. L’abbiamo conquistata con grande impegno e sacrificio e con altrettanta passione dobbiamo provare a mantenerla".


Ufficio Stampa CLN Cus Molise