Sporting Hornets, mister Alessio Medici: ''Proveremo a migliorare quanto fatto la passata stagione''

Inizierà sul campo dell'Eur Massimo il campionato dello Sporting Hornets. La formazione giallonera allenata da Alessio Medici ha portato avanti in estate un mercato importante, e parte con la volontà di fare bene e, se possibile, migliorare quanto fatto nella passata stagione. E' proprio il tecnico a fare il punto sulla preparazione precampionato. 

"Direi che siamo a buon punto - spiega - quest'anno abbiamo deciso di cambiare approccio e strategia rispetto agli anni passati. Abbiamo scelto di dedicarci maggiormente alla parte tattica e meno a quella fisica e di forza, visti i tanti infortuni con cui abbiamo dovuto fare i conti nella passata stagione, anche se non si è trattato di un problema che ha riguardato solamente noi. Siamo ormai solamente a due settimane dall'inizio del campionato, e siamo certi di arrivare alla prima giornata fisicamente e tatticamente all'80% della forma". 

Come detto in estate gli Hornets hanno operato un mercato importante.

"Sono sempre soddisfatto della rosa che mi mette a disposizione il nostro presidente, e non potrebbe essere altrimenti .- scherza mister Medici -. Ad ogni modo la squadra è molto competitiva nonostante qualche piccolo incidente di percorso che ci ha costretti a cambiare strategia all'ultimo momento. Obiettivi? Credo che siamo obbligati a migliorare quanto fatto lo scorso anno, e poi vediamo in corso d'opera cosa ci dirà il campionato. Un campionato all'insegna del grande equilibrio, con almeno cinque pretendenti al titolo". 

Si avvicina a grandi passi l'esordio in campionato contro l'Eur Massimo, vincitrice della Coppa Italia di categoria lo scorso anno ma che dovrà rinunciare a diversi giocatori, out per squalifica dopo i fatti nei playoff della passata stagione che hanno portato all'esclusione della squadra, così come per la CIoli Ariccia. 

"Sarà una partita durissima - dice Medici - senza dimenticare ovviamente che loro dovranno fare i conti con diverse assenze. I giocatori che saranno in campo formano una rosa di tutto rispetto, che con l'aggiunta dei rientranti dalle squalifiche colloco come una delle pretendenti alla vittoria finale. Per quanto riguarda il resto del calendario direi che cambia poco, tanto dovremo affrontarle tutte. Come ho detto credo ci siano cinque squadre che possono arrivare in fondo e altrettante capaci di rubare punti a tutti. La chiave sarà cercare di essere costanti e vincere gli scontri diretti: solo così si può pensare di essere protagonisti in un campionato così equilibrato". 



m.esp.