breaking news
  • 10/04/2021 14:50 Serie B, girone E: positività nello Sporting Hornets, non si gioca la gara di Fabrica
  • 10/04/2021 12:37 Serie A2 femminile: Mediterranea-VIP slitta al 18/4, si giocherà a San Martino di Lupari
  • 10/04/2021 12:35 Serie B, girone A: Ossi-Lecco si gioca stasera a Porto Torres con inizio alle ore 21,30
  • 10/04/2021 12:33 Serie B, girone B: il Giorgione messo in isolamento, salta la gara di oggi a Sedico
  • 09/04/2021 18:39 Serie B, girone H: positivi nel gruppo del Canicattì, rinviata la partita con l'Acireale
  • 09/04/2021 18:39 Serie A2, girone B: ancora positività nella Mirafin, rinviata la sfida contro il 360GG
  • 09/04/2021 18:38 Serie A2 femminile: il Santu Predu non si presenta con la Best Sport, 0-6 e penalizzazione

31/12/2020 13:03

Lazio, Mannino ha le idee chiare: "Sedute raddoppiate, lavoriamo sulla difesa"

Prime sedute di allenamento per il neo tecnico laziale Massimiliano Mannino, chiamato a lasciare immediatamente la sua impronta sulla squadra, con il primo impegno del 2021 già alle porte. Il 4 gennaio, infatti, la Lazio sfiderà l’Olimpus tra le mura amiche. Primi allenamenti e prime impressioni per il mister, pronto a vivere la sua seconda avventura al PalaGems.

”Per me si tratta di un ritorno a casa. Ho ritrovato lo stesso ambiente accogliente che ho lasciato qualche anno fa. Un ambiente che ti fa lavorare bene e che ti consente di esprimerti a 360°. Naturalmente ho trovato una Lazio diversa sotto l’aspetto tecnico e tattico, ma già lo sapevo per averla vista giocare in più di un’occasione. Dopo aver parlato con il presidente, abbiamo deciso di ricominciare insieme”.

Poco tempo a disposizione per provare a dare velocemente una nuova identità alla squadra. Olimpus e Leonardo rappresentano due impegni ravvicinati e molto difficili.

”Il tempo è poco – prosegue mister Mannino – ed anche per questo abbiamo raddoppiato le sedute. L’obiettivo primario è quello di dare una impostazione difensiva alla squadra. I ragazzi sono volenterosi, ma ci sono anche molti giovani. Cercheremo di farli crescere, altro obiettivo che ci siamo prefissati, mentre i giocatori più esperti devono trainare il gruppo, senza perdere di vista l’obiettivo principale che deve essere sempre il risultato. Passando alle prossime sfide vedremo il livello difensivo e caratteriale che i ragazzi sapranno mettere in campo, poi tireremo le somme. Valuteremo anche la fase di possesso, che è quella che crea sempre maggiori difficoltà quando non si ha una rosa in lotta per il vertice. Saranno due gare proibitive sulla carta, ma anche in grado di fornire grandi stimoli”.

Un’ultima battuta il tecnico la rivolge al nuovo anno ormai alle porte.

”L’augurio è quello di rivedere i palazzetti pieni e di ritrovare la serenità per tutti. Il calcio a 5 è uno sport che smuove molto la passione e vedere i campi pieni è sempre una grande emozione”.

Ufficio Stampa