Mazara, riecco il Soverato Futsal. Pomilia: “Obiettivo è la salvezza ma stare in alto sarebbe bello”

Centottantanove giorni dopo la gara di ritorno della semifinale nazionale playoff, i destini del Futsal Mazara e del Soverato Futsal si incrociano nuovamente. Sabato pomeriggio, infatti, le due squadre si troveranno nuovamente faccia a faccia sul piccolo rettangolo del “PalaScoppa” per l’ottava giornata di campionato. Le due compagini, dopo essersela contesa sul campo, stanno onorando la Serie B a suon di risultati positivi.

La truppa gialloblu è indubbiamente la matricola rivelazione del campionato. Il terzo posto in coabitazione con l’Adrano, a sole 3 lunghezze proprio dal Soverato Futsal attuale seconda della classe, la dice lunga sul cammino brillante dei mazaresi, che stanno raccogliendo i frutti del grande lavoro portato avanti con impegno ed umiltà da società e staff tecnico. Lavoro che, nello spogliatoio gialloblu, nessuno vuole assolutamente vanificare. Proprio per questo l’obiettivo di sabato è quello di allungare ulteriormente la striscia di imbattibilità.

Non propriamente una cosa semplice, se si considera lo spessore dell’avversario. Una squadra, quella di Mister Tomaino, costruita per recitare un ruolo da assoluta protagonista. I calabresi fino ad oggi hanno ottenuto cinque vittorie, un pareggio ed una sola sconfitta, quella subita nella stracittadina contro il Blingink. In casa, oltre l’unica battuta d’arresto, hanno fatto registrare due vittorie di misura (9-8 contro Acireale e 3-2 contro Barcellona). In chiave offensiva l’uomo più pericoloso è indubbiamente Costa che, con le sue 16 reti, ha segnato da solo la metà dei gol dell’intera squadra.

Appuntamento per sabato 2 dicembre al Palazzetto “Franco Scoppa” di Soverato dove il fischio d’inizio è fissato per le ore 16:00.

Dopo la accurata presentazione dell'ufficio stampa mazarese, ai nostri microfoni ha poi parlato mister in seconda Giovanni Pomilia.

- Facciamo un passo indietro: il pareggio col Villaurea Monreale. Cosa è mancato per centrare i tre punti? 

"Innanzitutto premetto che abbiamo affrontato una grande squadra, allenata da uno dei tecnici più preparati del campionato. Sicuramente ai ragazzi è mancata la convinzione e l’esperienza di qualche ragazzo per affondare il colpo nei 2 minuti in cui eravamo in superiorità numerica".

- Mantenuta comunque l’imbattibilità, questa sarà messa a dura prova sabato contro il Soverato Futsal. Come ci arrivate e che partita ti aspetti?

"L’imbattibilità è un motivo di orgoglio di tutti noi, su 95 squadre della Serie B solamente in 3 siamo imbattute e se penso che in un anno e mezzo  tra C1 e B abbiamo 24 Vittorie 6 pareggi ed  1 sola sconfitta, significa che alle spalle c’è una grande società, un grande mister ed una squadra di ragazzi fantastici. Sicuramente proveremo a resistere alla corazzata Soverato, la squadra si è allenata bene, sempre con la massima concentrazione e consapevolezza della propria forza. Il Soverato sicuramente proverà ad imporre il proprio gioco, il fattore campo ma noi ormai siamo abituati a questa pressione".

- Una vittoria contro i calabresi potrebbe consentirvi di agganciarli in classifica, voi che comunque siete lì, nei piani alti della graduatoria…

"Vincere a Soverato ci darebbe una bella spinta ad avvicinarci al nostro obiettivo che è una salvezza tranquilla; stare in alto però sinceramente sarebbe molto bello".