Mirafin beffata nel finale dalla 360 GG: la sconfitta in Sardegna (5-4) condanna alla retrocessione

Con la gara odierna la Mirafin lascia dopo tre stagioni la Serie A2. Mancano ancora due partite, un recupero più l'ultima giornata, pur vincendole entrambe i rossoblu si porterebbero a 14 punti raggiungendo il Sestu, ma avendo a sfavore gli scontri diretti di fatto si pùò sancire la retrocessione.

La squadra di Mirra esce dall’incontro in casa della 360 GG, a testa alta, dopo averci provato in tutti i modi quanto meno di portare a casa un punto, che avrebbe consentito di tenere ancora accesa la speranza di accedere ai play out. Una Mirafin che lotta su tutti i palloni ma che deve subire le reti dei Sardi andando sotto per 2-0. L'orgoglio e la voglia dei ragazzi di rimontare è forte, Vernaglia accorcia le distanze ma deve subire il 3-1. Ci pensa Diguinho siglando la seconda rete per il 3-2.

La ripresa fa ben sperare la Mirafin che gioca con intelligenza ma con la consapevolezza di poter segnare altre reti. Al 9' della ripresa ancora Diguinho fa 3-3. La sfortuna vuole però che ad inseguire il risultato sia sempre la squadra di Mirra, ingoia il vantaggio dei Sardi, ed a un minuto dal termine Bellaver fa sognare ancora i rossoblu siglando il punto del 4-4.

Come spesso è capitato in questa stagione a pochi secondi dal termine arriva la doccia fredda dove Pau fa svanire i sogni della Mirafin, mettendo fine alla gara col punteggio di 5-4 per i padroni di casa.

 

Ufficio Stampa Mirafin