Orsa Viggiano, Grossi: "A Bovalino sfortunati, col Cosenza altra gara tosta"

Un altro tassello importante per l’Orsa Viggiano, quello del laterale, ex Bernalda, Giuseppe Grossi che dopo il pareggio, per 1-1, in quel di Bovalino, si presenta così.

”Sabato, in Calabria, siamo stati molto sfortunati: abbiamo giocato ad una porta con il loro estremo difensore che è stato straordinario anche se in qualche circostanza ci è mancata lucidità e fortuna. Si doveva vincere ma non dobbiamo abbatterci”.

LA TRATTATIVA: ”E’ stata rapida anche perché le mie intenzioni erano quelle di giocare per l’Orsa Viggiano che è una gran bella società. Inoltre, conoscevo già il ds Gaetano Todaro così come con il tecnico Rispoli vi ho giocato insieme. Poi, in rosa ci sono nomi blasonati. Sono onorato di essere qui e spero di apprendere quanto più possibile”.

GLI OBIETTIVI: ”Personalmente, visto che sono stato fermo per un periodo, voglio tornare in forma e dare una mano al team e al tecnico. Amo mettermi a disposizione della squadra e voglio crescere umanamente e calcisticamente”.

LA SETTIMANA: ”Non dobbiamo, assolutamente, farci influenzare dal pareggio di sabato scorso perché ci aspettano due sfide in una settimana. Mercoledì recupereremo il match interno con il Cosenza e non penso che sarà l’unica settimana con i tempi così ridotti. Dobbiamo gestirci al meglio perché saranno due sfide toste”.

IL COSENZA: ”E’ una sorta di corazzata. Conosco il portiere Del Ferraro e Fedele che sono due miei ex, validissimi, compagni di squadra. I calabresi lottano per disputare un buon campionato. Dobbiamo dare il massimo: sarà una bella battaglia”.

GROSSI: ”In questi primi mesi sono stato in prestito nel Futsal Senise. Prima ho militato per tre stagioni, nel Bernalda in cui sono cresciuto tantissimo. Sono un laterale mancino laterale e mi sto allenando tanto per perfezionare il mio destro. Mi piace il bel gioco e sono un ragazzo umile che lotta fino alla fine. Amo mantenere sempre la calma”.

UFFICIO STAMPA ORSA VIGGIANO – ALESSIO PETRALLA