Orsa Viggiano, Rispoli mastica amaro: ''Purtroppo i gol ce li siamo fatti noi: sono stati assurdi''

L'Orsa Viggiano esce a mani vuote dalla sfida interna con la GEAR Piazza Armerina che, inizialmente, si era messa bene per i lucani che passano in vantaggio con Contini facendosi raggiungere da Cosano. La prima frazione termina 1-1. A quasi metà ripresa i siciliani sorpassano i ragazzi di Rispoli facendosi raggiungere ancora da Contini. Sul 2-2 gli ospiti trovano il terzo gol a due minuti dalla fine con Favero che trova la sua personale doppietta. Con il portiere di movimento a cinque secondi dal termine i ragazzi in maglia bianca sigillano in risultato con Fabinho. Ora testa al Cataforio in cui serve assolutamente un successo per brindare alla salvezza matematica.


LE DICHIARAZIONI DI MISTER RISPOLI - "Abbiamo perso con un avversario che su cinque tiri ha realizzato quattro gol - è la mesta analisi dell'allenatore vigginaese. - Purtroppo quando si sbaglia tanto sotto-porta poi le partite finiscono così. Inoltre, l'arbitro non ci ha dato un rigore nella ripresa".


L'ESPULSIONE - "Avevo detto una parolaccia a un mio atleta ma il direttore di gara pensava fosse stata diretta ad un avversario e mi ha cacciato".


LA GEAR PIAZZA ARMERINA - "Ho visto un avversario normale. Purtroppo i gol ce li siamo fatti noi. Sabato, a prescindere dal ko, abbiamo giocato bene difendendo e palleggiando ottimamente. Abbiamo, però, preso dei gol assurdi".


IL CALENDARIO - "Adesso non ci resta che provare a battere il Cataforio in casa in modo da evitare matematicamente il playout. Alla ripresa degli allenamenti mi aspetto una squadra vogliosa e affamata di far punti".


Ufficio Stampa - Alessio Petralla