Pellegrino vuole di più dalla Gallinese: “Non abbiamo sfruttato gli episodi. Ora testa a sabato...”

Dopo la sconfitta contro la Reggio FC, la Gallinese è tornata al lavoro per prepararsi al meglio per la sfida contro il Città di Fiore di sabato. Facendo però un passo indietro, con mister Walter Pellegrino, abbiamo analizzato l’ultimo impegno di campionato.

“Un derby che ci ha visto sconfitti meritatamente; surclassato nella preparazione della partita, surclassati per l'atteggiamento loro che è stato decisamente migliore. Il nostro più grande demerito, oltre ai prima citati, è stato quello di non trovare il 4-4 quando avevamo l'inerzia a favore. Dobbiamo essere più bravi a cercare il favore degli episodi”.

Forse sarebbe servito un po' di cinismo in più?

“Cinismo e cattiveria sottoporta sono due concetti per me inesistenti, luoghi comuni. Per me conta la destrezza sottoporta e i numeri ci dicono che segniamo tre gol a partita di media. Bisogna trovare soluzioni diverse per segnarne di più, altrimenti le partite non si vincono”.

Penultima della regular-season, sabato arriva il Città di Fiore. Che gara ti aspetti?

“Gara ostica, senza dubbio, contro una squadra che sta facendo molto bene e che per tipologia di gioco potremmo soffrire. Un roster che annovera uno che, a mio avviso, è tra i migliori se non il migliore giocatore, Barillari. Una sfida che sicuramente sarà decisa da come saremmo capaci di bloccarlo e dalla nostra bravura nel difendere le palle inattive, loro punto di forza. Noi dal canto nostro, dobbiamo approcciare a questo incontro con maggiore grinta ed intelligenza”.