Pitzalis lancia in resta, il Città di Cagliari prenota il colpo: ''Più qualità con Porru e Fois''

Torna a volare il Città di Cagliari, una settimana dopo la tappa di Ciampino nella Coppa della Divisione. Inmizia il campionato di Serie B, con i ragazzi del presidente Alessandro Agus alle prese subito con un avversario insidioso: della partita contro lo United Pomezia, che due anni fa sfiorò la promozione in A2 perdendo la finale dei playoff di Salsomaggiore, ne abbiamo parlato con il tecnico Gianni Pitzalis. 


- Allora, mister… Come avete preparato il debutto in campionato e nello specifico la prima trasferta con lo United Pomezia che tra l’altro affronterete al PalaToLive di Roma?


“ Abbiamo preparato il debutto con molto impegno e determinazione. I ragazzi sono molto motivati, ma sappiamo bene che non basta. Ci vuole organizzazione, mentalità vincente e spirito di squadra, e abbiamo lavorato anche su questi aspetti. Non conosciamo bene i nostri avversari, ma credo che la squadra sia preparata ad affrontare le diverse situazioni di gioco. Purtroppo abbiamo qualche defezione importante, ma non ci fasciamo la testa e andiamo a Roma per fare risultato”.


- Negli ultimi tempi il roster è stato ulteriormente puntellato. Gli arrivi di Porru e Fois, che si sono aggiunti ai numerosi nomi che hanno caratterizzato le operazioni estive, cosa aggiungeranno a livello qualitativo? Secondo te, una rosa tanto giovane come quella del Città di Cagliari a quale tipo di campionato sarà destinata in questa stagione cadetta?


“Gli ultimi due innesti hanno sicuramente sollevato il livello numerico e qualitativo. Sono due giocatori che ho già allenato e sono felice di riaverli perché, oltre ad essere ottimi giocatori, sono due bravi ragazzi. La rosa è molto giovane e la squadra è nuova per due terzi. Inevitabilmente saremo soggetti a prestazioni altalenanti finché non avremo trovato la stabilità… ma ci arriveremo presto”.







Foto: Giovanni Maffa