breaking news

19/05/2024 14:05

Bologna, basta un pareggio a Reggio Emilia: il 3-3 con l'OR vale l'approdo alle Futsal Finals

Il Bologna non si ferma: passa il 2° turno e vola verso la finale dei play-off di A2. Dopo la vittoria all'andata per 6-5, il pareggio basta alla squadra di Carobbi per superare le semifinali e puntare all'impresa.

Il fortino dell'Olimpia Regium resta sì inespugnato per il Bologna che, però, per la prima volta sopravanza i reggiani, da sempre un passo avanti rispetto ai rossoblù.

La gara che ha regalato alla squadra bolognese una finale storica viene decisa dalla ripresa, in cui tempra e forma atletica dei rossoblù ha la meglio sugli avversari, protagonisti indiscussi del primo tempo. Il 3-1 alla fine della prima frazione è conseguenza di un gara fisica in cui il Bologna sta arretrato in difesa, lasciando le fatiche offensive ai reggiani, che sfoggiano la loro riconosciuta forza propulsiva. La sola rete degli ospiti nasce proprio da un errore dei locali ben sfruttato. Nella ripresa sono i rossoblù a trainare il gioco: al 7', in un minuto, agguantano il pareggio e, mentre l'Olimpia Regium cala d'intensità, gli ospiti sfoderano gli artigli anche nelle retrovie. 

In una partita meno spettacolare rispetto all'andata ma altrettanto piena di pathos, l'Olimpia Regium esce tra gli applausi, mentre il Bologna piange lacrime di gioia, quasi incredulo per un grande sogno che continua.

LA CRONACA - La prima frazione si apre con la rete dei reggiani: al 1' è Halitjaha Fation che, ricevuto l'assist per saltare il portiere, centra la porta. Gli ospiti, schierati nella propria metà campo, ingaggiano duelli in difesa che ostacolano non poco il forcing dell'Olimpia Regium, che riesce a raddoppiare solo al 9' con Ruggiero, su punizione. Se i reggiani mostrano piena padronanza del campo, i rossoblù, concentrati a difendere, risultano poco sciolti in fase offensiva, dove le ripartenze di rado finiscono con l'impegnare il portiere avversario. E' proprio un errore di quest'ultimo a spalancare la porta al primo gol del Bologna: Guennounna esce dai pali per avviare la manovra offensiva, Guandeline intercetta il passaggio e segna a porta vuota al 13'. Il capitano Edinho ripara in fretta al torto subìto: dopo nemmeno un minuto, di rimpallo insacca. La partita subisce un'accelerazione, col Bologna che avvia la controffensiva, imbattendosi in un avversario che, però, ben difende il proprio territorio. 

La ripresa ha un protagonista diverso: il Bologna cambia il proprio baricentro, proiettandosi in attacco. I rossoblù tentano il tutto per tutto nei primi minuti: Cavina prende il palo al 1', Signorini mette la casacca di portiere di movimento al 2', per poi far rientrare Paciaroni e proseguire l'offensiva con Ansaloni e Hassane. Al 7' è proprio Hassane, dalla fascia, a servire un assist filtrante per Ansaloni, perfetto davanti alla porta. Pochi secondi dopo Signorini scatta in ripartenza ed offre ad Hassane una palla preziosa: il compagno, di diagonale, sigla il pareggio. Il Bologna ribalta il risultato, mentre i padroni di casa accusano il colpo. Le due squadre si alternano sulle due scene offensive, con un Bologna ancora lucido ed energico e un'Olimpia Regium tenace, ma provata da un primo tempo ad alta intensità. Al 17' Guennounna, che prima aveva dato supporto ai compagni in attacco, esce, mentre Halitjaha Fation entra con la casacca di portiere di movimento: ai padroni di casa basterebbe una rete per vincere. I rossoblù serrano i ranghi a fianco di Paciaroni e i tentativi avversari falliscono. Il pareggio equivale ad una vittoria per il Bologna. 

"Sono contento, ma sarà la prossima quella che conta - dichiara Carobbi a fine partita -. Siamo arrivati alla fine del percorso e più di così non si poteva giocare. Mi fa molto piacere per i ragazzi anche se, ad essere onesto, è stata una delle più brutte partite che io abbia allenato. Abbiamo mantenuto la calma, pur sapendo che, grazie alla loro grande qualità, ci avrebbero aggredito. Sul 2-0, approfittando di un loro errore siamo riusciti a rimettere la partita sui binari. Il terzo gol subito ci ha creato un attimo di scoramento, ma siamo riusciti a rientrare in partita, subendo senza prendere altri gol. Alla fine del primo tempo ci siamo guardati in faccia e ci siamo detti che erano rimasti venti minuti: dovevamo tirare fuori tutto quello che avevamo. Sapevamo che potevano calare e, alla fine, abbiamo avuto più gamba noi. Non è stata una partita bella come quella dell'andata, ma l'importante è aver raggiunto l'obiettivo. Forse abbiamo avuto un pizzico di fortuna, tuttavia la fortuna devi cercarla. L'Olympia Rovereto, che incontreremo in finale, è una squadra molto forte, con individualità di spicco. Cercheremo di arrivare nelle migliori condizioni, pronti a goderci questo momento e a divertirci".

Le Futsal Finals, che si giocheranno fra le quattro squadre di A2 uscite vittoriose dai play-off dei rispettivi gironi nazionali, si disputeranno nel campo neutro del Palacattani di Faenza, venerdì 31 maggio. Il BFC 1909 Futsal affronterà l'Olympia Rovereto alle ore 18.00, per decretare la prima delle due società promosse nel campionato di serie A2 Elite.  


OLIMPIA REGIUM - BFC 1909 FUTSAL 3-3 (pt 3-1)

OLIMPIA REGIUM: Di Giorno, Edinho, Mereu, Halitjaha V., Arduini, Canale, Santoriello, Ruggiero, Guennounna, Halitjaha F., Aquilini, Mazzariol. All. Margini.

BFC 1909 FUTSAL: Paciaroni, Signorini, Guandeline, De Vecchis, Petrella, Praciano, Redivo, Hassane, Ansaloni, Cavina, Radesco, Anselmo. All. Carobbi.

ARBITRI: Saccà di Reggio Calabria e Mitri di Albano Laziale; crono: Salmoiraghi di Bologna.

MARCATORI: pt 1'12" Halitjaha F. (O), 9'02" Ruggiero (O), 13'22" Guandeline (B), 14'13" Edinho (O); st 7'15" Ansaloni (B), 7'53" Hassane (B), .

NOTE: ammoniti Signorini (B), Cavina (B), Hassane (B), Paciaroni (B), Ansaloni (B).


Ufficio stampa BFC 1909 Futsal






Foto: @miky.gen