Gear Siaz, Festone chiude la prima esperienza in A2. ''Il nostro sesto posto è un grande risultato''

Dopo il suono della sirena del PalaFerraro, il direttore generale della Gear Siaz, Eddy Festone, è intervenuto ai microfoni di Gear TV analizzando sia la partita contro il Regalbuto, sia il futuro della società piazzese, che ha portato a termine la sua prima avventura in seconda divisione.

“Saró banale ma per prima cosa volevo ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questa prima stagione in Serie A2, dai vertici societari (Balzo, Gabriele Festone e La Versa, n.d.c.) allo staff tecnico, ai giocatori sino all’ultimo manovale che ci ha permesso di poter essere qui oggi, grazie anche all’amministrazione comunale e agli sponsor che ci hanno sostenuto in questa dura e lunga stagione, soprattutto alla famiglia La Versa, senza la quale non avremmo potuto vivere questo sogno, ed al Gruppo Arena, i cui dirigenti hanno creduto in questo progetto per la valorizzazione sociale e sportiva della nostra città e del nostro territorio. Per quando riguarda la gara di oggi - analizza il dg - è stata lo specchio della nostra stagione con tanti piccolo errori e una buona dose di sfortuna. Abbiamo raggiunto un sesto posto che come matricola è un gran risultato mettendo dietro di noi compagini che puntavano a vincere il girone come il Melilli, che non dimentichiamo lo scorso campionato chiuse al primo posto. Se togliamo il periodo post-covid di gennaio-febbraio, per il resto il bilancio è sicuramente positivo: abbiamo mostrato il nostro valore, soprattutto con squadre più attrezzate di noi, sicuramente è un buon punto da cui ripartire. Ovviamente tutti abbiamo commesso errori, soprattutto il sottoscritto, ma sono abituato sempre a cercare di capire gli sbagli per correggerli, e sicuramente farne di nuovi, perchè solo sbagliando si continua a migliorare.”

Punzecchiato su eventuali dubbi sul futuro Festone glissa e si concede un sorriso dalle mille interpretazioni.

"Non ci sono particolari dubbi sulla prossima stagione, dobbiamo peró capire quale sarà la condizione economica e poi di conseguenza fissare obiettivi e stilare programmi. La conferma di Fabinho anche per la prossima stagione, giá ufficializzata più di un mese fa, sicuramente dimostra che abbiamo la volontà di continuare nel nostro progetto, speriamo ci possano essere le condizioni. Per quanto riguarda alcune voci che si sono sentite negli ultimi giorni, sul mio futuro nel futsal con altri colori, per adesso dico solo che da domani io saró al lavoro per il futuro di questa società”.

Ufficio Stampa