breaking news
  • 17/05/2021 17:00 #PlayoutSerieA, definite le date: Mantova-Aniene il 22 maggio, ritorno il 29
  • 17/05/2021 16:05 #PlayoffSerieA: oggi alle 16.30 si gioca gara-3 tra Kick Off e Bisceglie
  • 17/05/2021 13:40 Coppa Italia U19: Regalbuto-Roma anticipata di un'ora, si gioca mercoledì alle 15
  • 17/05/2021 13:05 Play-out Serie A2 femminile: il ritorno tra Mediterranea e Cometa si gioca al PalaConi
  • 14/05/2021 22:44 Serie A2 Femminile, playout girone C: Spartak Caserta-FB5 il 23 maggio, gara-2 il 6 giugno
  • 14/05/2021 22:43 Serie A, le nuove date dei playout: Aniene-Mantova sabato 22 maggio, ritorno il 29
  • 14/05/2021 22:39 Piemonte, Serie C1: Avis Isola-Top Five 5-1 nell'anticipo della 7ª giornata di andata
  • 13/05/2021 22:44 Puglia, Serie C1: nel recupero della seconda giornata Futsal Noci-Brindisi 4-1

08/04/2021 21:46

L'Italia paga un approccio sottotono: passa il Belgio (5-4), la traversa stoppa nel finale De Matos

Italia già qualificata, Belgio che deve vincere per provare a raggiungere il secondo posto, giocandosi in Finlandia la qualificazione ad Euro2022. Su queste premesse si affrontano le due Nazionali ed alla fine è proprio il quintetto belga a spuntarla. Gli Azzurri pagano un approccio sottotono in avvio di gara e, nonostante fossero andati sotto anche di tre gol nella ripresa (massimo vantaggio dei padroni di casa) ci hanno provato fino all’ultimo a chiudere almeno in parità. Punteggio finale 5-4: non basta la doppietta di Musumeci, mentre è la traversa nel finale a dire di no a De Matos. 

PRIMO TEMPO - Avvio col freno a mano tirato per gli Azzurri che non riescono a fare possesso, soffrendo il pressing alto del Belgio ed anche il gommato (superficie lenta) della Country Hall di Liegi. Padroni di casa che colpiscono la traversa con Rahou il quale, qualche instate dopo, ruba palla a De Matos e trova la risposta di Molitierno ma, sul tap-in, non sbaglia Diniz Pinheiro che sblocca il punteggio. Belgio che coinvolge anche il portiere Idrissi, per fare superiorità numerica, e Italia che ancora soffre, tanto da subire il raddoppio ad opera di Ghislandi. Un gioco da ragazzi per il giocatore del Bernalda ribadire in rete dopo il palo colpito da Diniz Pinheiro. Lo stesso Ghislandi è bravo con uno spunto personale, Molitierno chiude sia su di lui sia sul tiro susseguente di Ettalaki.

Bellarte chiamata time-out, riordina le idee e i suoi rispondono bene. Murilo smarca Musumeci che realizza il suo quinto centro con la maglia della Nazionale, dimezzando lo svantaggio al 5’ e guidando la reazione dei suoi. Meglio il giro-palla degli italiani che impegnano Idrissi con il tentativo di Merlim. Non basta però, perché nel miglior momento dell’Italia, Motta perde il contatto col pallone e Rahou castiga il compagno di squadra (oggi avversario) Molitierno, mandando la palla nel sette per il 3-1 belga. Immediata reazione con Di Eugenio (bella gara di personalità per il giovane dell'Olimpus) che calcia alto. Dall’altra parte Diniz ne siede due con una finta, Molitierno salva in angolo.

Italia che si accende a sprazzi. Gui fermato in angolo dopo il pallone recuperato da De Matos. Poi ci prova Musumeci, con caparbietà, dalla lunga distanza e costringe Idrissi a rifugiarsi in corner (pallone indirizzato all’incrocio). A 3’50’’ entra De Matos come quinto di movimento, che prova a calciare a 1’26’’ ma trova solo la respinta (anche con un pizzico di fortuna) del portiere avversario. È il preludio al gol che arriva con un’azione analoga, dal centro destra d’attacco, decisiva la deviazione di Ahmed Sababti sul tiro dello stesso Cainan. Sul 3-2 per i belgi si va all’intervallo. 

SECONDO TEMPO – Italia che inizia la ripresa con tutt’altro piglio. Traversa di Merlim, mentre Cesaroni non approfitta di un’uscita sconsiderata del portiere locale e non riesce a superarlo. Dalla parte opposta il Belgio si rende pericoloso, ma Ahmed Sababti non trova lo specchio, mentre Molitierno compie un gran salvataggio su Rahou. Azzurri diametralmente opposti rispetto alla prima frazione, su schema di punizione De Matos prova a piazzarla, attento Idrissi. 

Bellarte sceglie di nuovo il power-play ma, sul tiro di Cesaroni parato da Idrissi, lo stesso portiere fa ripartire rapidamente la sua squadra e Leo sfrutta la porta vuota insaccando il 4-2. Ancora Leo si ripete poco dopo sulla palla persa da Merlim: è 5-2 Belgio a 10’44’’ sul cronometro. Nonostante l'uno-due micidiale che porta i nostri avversari sul massimo vantaggio, l'Italia che non molla la presa, Alano la risolve (tiro di Gui e respinta di Idrissi) accorciando sul 5-3 e suggellando una prova personale comunque positiva. Gli Azzurri ci credono ancora e, in situazione di power-play, Musumeci (il migliore dei suoi) fa centro riaprendo la gara a 4’ dalla sirena (5-4). Immediatamente dopo Melim si vede respingere la conclusione dal solito Idrissi, per due volte, attaccando dalla banda sinistra. A 29’’ è la traversa che dice di no a De Matos ed impedisce alla squadra di Bellarte di completare la rimonta. 

BELGIO-ITALIA 5-4 (3-2 pt)
BELGIO: Idrissi, Ah. Sababti, Rahou, Adnane, Diniz Pinheiro, 
Vrancken, Teixeira, Ab. Sababti, Dahbi Reda, Ghislandi, Leo, Ettalaki, El Fakiri, Paulus. All. Bachar
ITALIA: Molitierno, Murilo, Motta, Merlim, Gui, Di Ponto, Esposito, Cesaroni, Di Eugenio, Musumeci, De Matos, Vieira, Arillo, Dudu. Ct. Bellarte
ARBITRI: Uzan (FRA), Lima De Sousa (LUX), Bergs (BEL). Crono: Stas (BEL)
MARCATORI: pt 2'05'' Diniz Pinheiro (B), 4'10'' Ghislandi (B), 5'58'' Musumeci (I), 9'45'' Rahou (B), 19'42'' Ah. Sababti (I), st 8'39'' Leo (B), 10'44'' Leo (B), 12'11'' Alano (I), 16'06'' Musumeci (I)
NOTE: ammoniti Motta (I)

 

Cant