breaking news
  • 05/12/2021 20:22 Serie A, termina in parità il posticipo di Salsomaggiore: Came Dosson-Feldi Eboli 4-4

18/10/2021 18:00

Kazakhstan, Slovenia e Finlandia: ecco le Eurorivali dell'Italfutsal di Bellarte a Olanda 2022

Quasi ce lo aspettavamo. In Olanda, l’Italfutsal troverà sulla sua strada, nel girone di qualificazione, tre vecchie e anche poco gradite conoscenze. Se vogliamo proprio dirla tutta, il sorteggio dell’edizione 2022 dei Campionati Europei in programma tra gennaio e febbraio del prossimo anno in Olanda, non è che ci ha detto del tutto bene. Forse benino, poteva anche andare peggio, ma una cosa è certa: i fantasmi del passato pesano, eccome.

Perché questa considerazione? Molto semplice: in una maniera o nell’altra ci toccano tre avversarie che hanno segnato qualcosa sul cammino storico degli Azzurri. E se la Slovenia, pur sorprendendoci nella gara d’apertura del Europei di Anversa, ci diede quello scossone che ci portò dritti dritti al trionfo in terra belga, a Kazakhstan e Finlandia purtroppo ci ricollegano memorie poco felici. Anzi, per niente.

Il Kazakhstan ci umiliò a Belgrado, spedendoci fuori da campioni carica e senza nemmeno tanti complimenti, nei quarti di finale degli Europei di cinque anni fa, in cui gli euro-asiatici finirono terzi dietro Spagna e Russia, battendo nella finalina il Portogallo.

E che dire della Finlandia di Martic? Il 2-2 di Oporto ce l’abbiamo ancora bene presente davanti agli occhi, una partita che se quell’Italia (all’epoca guidata da Alessio Musti) la dovesse rigiocare cento volte probabilmente le vince tutte, come ha dimostrato di saper fare proprio nel girone di qualificazione in cui ha battuti i finnici sia a Prato (7-4) che a Vantaa (4-2). Ma quel 2-2 resta un incubo a tutti gli effetti, che bisogna esorcizzare definitivamente.

Ma una cosa è certa. Andiamo in Olanda con la convinzione che il nuovo ciclo di Max Bellarte sia quello giusto e possa presto riportare l’Italia tra le grandi del futsal mondiale, un posto che il nostro movimento merita per qualità e per numeri e che possiamo ritrovare nella certezza che il lavoro del Ct sappia produrre frutti importanti. 

GLI ALTRI GIRONI - Sedici le nazionali finaliste nell’edizione che si giocherà tra Amsterdam e Groningen dal 19 gennaio al 6 febbraio del prossimo anno. In verità manca ancora un nome a completare lo scacchiere della fase finale: lo sapremo a fine novembre, quando si giocherà la doppia sfida tra Serbia e Bielorussia, che completerà la griglia dei quattro gruppi in cui si articola la prima sessione olandese della rassegna continentale.

L’Italia fa parte del gruppo B, come detto con Kazakhstan, Finlandia e Slovenia. Nel gruppo A, ci sono i detentori e neo campioni del Mondo del Portogallo, che affronteranno Olanda, Ucraina e la vincente dello spareggio Serbia-Bielorussia.

Nel gruppo C la Russia ha pescato Polonia, Slovacchia e Croazia mentre la Spagna è terminata nel gruppo D assieme a Georgia, Azerbaijan e Bosnia Erzegovina.

Dire quale sia il raggruppamento più equilibrato visto il livellamento di forze registrato negli ultimi anni è un azzardo. Lo scopriremo strada facendo, dal 19 gennaio, con la speranza concreta che l’Italia di Bellarte possa veramente dare il Max. 


LA COMPOSIZIONE DEI GIRONI DELLA FASE FINALE

GRUPPO 1 - Olanda, Bielorussia o Serbia, Ucraina, Portogallo

GRUPPO 2 - Kazakhstan, ITALIA, Slovenia, Finlandia

GRUPPO 3 - Russia, Polonia, Slovacchia, Croazia

GRUPPO 4 - Georgia, Spagna, Azerbaijan, Bosnia Erzegovina



Galleria