Giovinazzo, primo atto playoff col Regalbuto. Piscitelli: ''Serve puntare al prossimo obiettivo''

53 punti al termine della regular season ad una sola lunghezza dalla capolista Melilli. Il Giovinazzo C5 ha chiuso il proprio campionato al terzo posto. Ci sarebbe da essere soddisfatti. E dalle parti di via Sanseverino, in effetti, lo sono eccome. Ma Angelo Piscitelli, storica bandiera biancoverde, è un capitano che non s’accontenta mai. Questa sera alle ore 19.00, sul parquet del PalaPansini, il team del duo composto da Darci Foletto e Francesco Faele ospiterà il Futsal Regalbuto nel primo atto dei play-off per il salto in serie A1. Per ciascun raggruppamento di categoria, infatti, si disputano, in gara unica sul campo della miglior classificata al termine della regular season, gli accoppiamenti seconda-quinta e terza-quarta.


In caso di parità al termine dei 40 minuti regolamentari, spazio a due supplementari da 5 minuti ciascuno; qualora persistesse l’equilibrio, si qualificherà la formazione di casa, vale a dire la miglior piazzata. "Siamo molto contenti di quanto fatto sino a questo momento - ha detto il capitano -, ma nel nostro lavoro bisogna sempre guardare avanti. Se siamo grandi e maturi dobbiamo puntare subito ad un altro obiettivo e dobbiamo fare di tutto per proseguire la nostra corsa: abbiamo lavorato tanto per poterci giocare partite di questa importanza". 


La città, chiamata a raccolta dal sodalizio attraverso la riduzione del costo del tagliando d’ingresso (5 euro, gratuito per abbonati e under 16), già sogna un traguardo storico, inimmaginabile sino a pochi anni fa: "La squadra sta bene, ci siamo allenati con costanza - ha detto ancora Piscitelli -, abbiamo l’opportunità di fare qualcosa di grandissimo, anche se ovviamente siamo già contenti di quanto fatto sino ad ora. Bisogna essere così bravi da crearci un traguardo ancora più ambizioso, qualcosa di epico. E abbiamo tutte le possibilità di raggiungerlo». Per farlo, però, ci vorrà un PalaPansini traboccante di tifo ed entusiasmo: «Vogliamo un Palasport pieno, vogliamo il pubblico delle grandi occasioni, vogliamo il sesto uomo in campo. Insieme - ha concluso Piscitelli - vogliamo provare a fare qualcosa di incredibile".