breaking news
  • 04/12/2021 20:50 Anticipi #SerieAF, pokerissimo esterno Tiki Taka Planet. La Lazio rimane al comando
  • 03/12/2021 23:06 Serie A2 girone D, gli anticipi della 9ª giornata: Aquile-Capurso 2-2, Ispica-Bernalda 5-3
  • 03/12/2021 23:04 Serie A2 girone A: nell'anticipo della 9ª giornata Monastir Kosmoto-Arzignano 0-7

19/02/2021 10:47

Scocca l’ora del derby: domani c’è Maccan-Pordenone! Sbisà senza Buriola ma con Štendler e Chavez

Si giocherà, finalmente, il "clásico" del futsal pordenonese. Dopo il ripetuto rinvio della sfida di andata al PalaFlora – che sarà infine recuperata giovedì 1° aprile –, domani i riflettori del PalaPrata si accenderanno regolarmente alle 16:00 sulla sfida di ritorno fra Maccan Prata e Pordenone, senza dubbio l'incontro più sentito di tutti per chi conosce squadre e ambienti.

Un confronto, quello di domani, con anche una valenza simbolica ben precisa, visto che proprio alla vigilia di un derby, lo scorso 7 marzo, si era definitivamente arenata la stagione 2019/2020, complici le vicende sanitarie sotto gli occhi di tutti. Un confronto che, per gli amanti delle statistiche, vede i precedenti ancora in vantaggio il Maccan per 6 vittorie a 5, alle quali si aggiunge un solo pareggio; ad essere in serie positiva è tuttavia il Pordenone, uscito in trionfo negli ultimi due confronti, entrambi nel 2019 (0-4 e 4-8): l'ultima vittoria giallonera risale invece al match di Coppa Italia del 7 novembre 2018 (2-1).

Numeri che contano poco, alla luce del tempo passato. Quello che conta è la mentalità con cui ci si andrà ad affrontare domani.

“Veniamo da un brutto secondo tempo a Udine – spiega mister Marco Sbisà –, ma abbiamo capito cosa è successo e sicuramente abbiamo imparato da quella sconfitta. Sulla carta il Pordenone è sicuramente favorito, visto che ha una rosa superiore alla nostra; ma il derby è una partita particolare, da tripla, per cui non partiamo certo battuti, anche perché li conosco bene”.

Poi il tecnico torna proprio sullo studio dell'avversario.

“Per amicizia con Asquini – rivela – il Pordenone è la squadra che ho seguito maggiormente negli anni scorsi. Conosco i loro tanti pregi, ma conosco anche qualche loro difetto, su cui abbiamo lavorato. Il momento è decisivo: affrontiamo una squadra superiore, ma i ragazzi sanno sicuramente qualche partita dover fare: la qualità è importante, ma conta anche avere le idee chiare”.

Notizie incoraggianti per quanto riguarda l'organico. Chavez ha ripreso ad allenarsi con la squadra, mentre Štendler sarà a disposizione, per quanto entrambi non ancora al 100%. La tegola è invece la conferma, peraltro già paventata, che Buriola quasi sicuramente ha finito la stagione, visto che gli accertamenti hanno evidenziato un interessamento dei legamenti della caviglia.

“Un'assenza grave – sottolinea Sbisà –: lui teneva tantissimo a questa partita, anzi sarebbe stata proprio la sua partita; la sua carica sarebbe stata un'arma importante, ma sono convinto che si farà sentire anche dalla tribuna. Purtroppo è un momento in cui dobbiamo stringere i denti, perché infortuni e squalifiche sono problemi che hanno tutti”.

Infine le formalità: la terna, che sarà composta da Giovanni Cacciola di Treviso e Alessio Briguglio di Brescia, coadiuvati al cronometro da Francesco Battista di Gradisca d'Isonzo; il riepilogo, come al solito, delle modalità con cui seguire la diretta streaming dell'incontro, ovviamente ancora a porte chiuse: su Facebook, sul canale YouTube Maccan Prata TV, su TeleAntenna (canale 647 DT-Fvg). Lo spettacolo non mancherà di sicuro.


 

Stefano Crocicchia

Ufficio Stampa Maccan Prata