Tanta esperienza al servizio del futsal: quale destino attende Jander Praciano dopo Giovinazzo?

A fine anno arriverà al capolinea l’avventura di Jander Praciano con la maglia della Defender Giovinazzo. Era l’estate del 2019 quando il giocatore brasiliano naturalizzato portoghese, in predicato di trasferirsi da Latina (dove aveva appena disputato la Serie A) a Bisignano, scelte la soluzione barese davanti alla scelta del club silano di interrompere l’attività. Quattro campionati in maglia biancoverde, con la conquista della promozione in Serie A2 Elite che ha rappresentato l’apice dell’esperienza di Jander in terra di Puglia.


Nativo di Fortaleza, nello stato di Cearà, il laterale offensivo classe 1980 ha iniziato la sua carriera in Brasile, giocando quattro campionati nazionali con i colori del Minas Tenis Clube. Intelli Orlandia (è stato uno dei club di Falcao) e Corithians le altre due squadre con le quali Jander ha militato in Brasile prima di trasferirsi in Portogallo dove ho giocato per 10 anni nella Liga lusitana con Belenenses, Académica Coimbra, Fundão, SL Olivias, Leões de Porto Salvo. Nel mezzo anche l’esperienza cinese al Ko Wong Meng.


Dal Portogallo lo sbarco, ingaggiato dal Latina per giocare in Serie A. Una stagione nel Lazio e quindi il passaggio Giovinazzo, con il recente passato che si intreccia a un presente che vede Jander ancora pronto a onorare la causa del club giovinazzese, magari incrementando un bottino di realizzazioni che ha superato le 50 reti. Questo fino al 31 dicembre, poi con la riapertura dei trasferimenti il suo nome sarà sicuramente uno dei più ambiti della finestra di #futsalmercato di gennaio: tutto è pronto, l’asta può già cominciare.