CCC CoArsa, la soddisfazione di Barbieri: "Ora siamo più continui e abbiamo margini di crescita"

Nicola Barbieri ha accolto in maniera molto positiva sia il risultato (9-3) che la prestazione offerta dal suo CCC CoArsa contro il Val d’Lans.


“Temevamo molto questa partita - ammette ai microfoni di Directa Sport - loro sono una squadra molto offensiva ma ti lasciano anche giocare. Era importante proseguire sulla scia di quanto di buono stiamo facendo e devo dire che i ragazzi hanno usato la testa nel primo tempo. Era una squadra che sarebbe mai morta ed infatti sono riusciti a rientrare in partita. L’unica cosa che ho chiesto è stata quella di tenere i ritmi alti, loro avevano una rotazione inferiore rispetto alla nostra, mentre noi le noi con le soluzioni che abbiamo possiamo permetterci di tenere un livello di gioco più intenso”.


- E’ stata una gara combattuta, a dimostrazione di un campionato molto difficile.


“Ripeto, temevamo questa partita perché loro hanno almeno quattro giocatori di grande qualità, dovevamo giocarla bene con la testa, con le gambe e anche con l’organizzazione di gioco che piano piano stiamo trovando. Queste sono le partite che a noi servono per rafforzare la tranquillità e permetterci poi di giocare bene anche contro gli squadroni che hanno qualcosina in più rispetto a noi. Ma la nostra squadra, con la fiducia addosso, con l’entusiasmo dell’ambiente e con la tranquillità, può giocarsela anche contro gli squadroni”


- Quali sono le cose da migliorare?


“Abbiamo migliorato molto la fase difensiva, abbiamo sbagliato due tiri liberi e presi quattro pali, però è anche vero che pure noi lasciamo agli avversari qualcosina. Dobbiamo perciò continuare a crescere nella fase difensiva, su questo stiamo lavorando dall’inizio dell’anno. Abbiamo ancora dei margini di miglioramento e pensiamo di essere una squadra comunque in crescita. Abbiamo esperienza e anche un po’ di giovani, questo ci consente di buttare le basi per il futuro scongiurando quelle difficoltà che il campionato ci presenta. Il cammino è ancora lungo, ci sono ancora metà delle partite da disputare, però il nostro lo stiamo facendo. Abbiamo trovato una certa continuità, ed era molto importante. Bisogna confermarsi, tenuto conto che veniamo già da un percorso positivo nel 2020”.


- La rosa comincia a definirsi con qualche rientro.


“Si, Aquilina è a buon punto, non so se sarà disponibile per la prossima ma siamo davvero molto vicini. E’ vero che Tiago (Ribas, n.d.c.) sarà squalificato perché ha preso la quinta ammonizione, ma ad Asti rientrerà Barbieri e quindi ci darà pure lui una mano con le sue caratteristiche. Ci siamo allargati numericamente e questo consente di svolgere allenamenti più intensi e ciò è la base per esprimere un certo tipo di gioco durante il campionato”.