Naonis, parla Lazic: ''Il gruppo si sacrifica. Con il Miti sarà un bel test per capire come stiamo''

Domani a Pordenone il Naonis sfiderà nel torneo amichevole ‘Lem.Art’ il Miti Vicinalis, chiudendo di fatto il proprio periodo di preparazione visto che sabato prossimo i neroverdi scenderanno in campo per la prima partita ufficiale della stagione, ovvero lo scontro di Coppa Italia con il Manzano. A fare il punto della situazione in casa Naonis è il veterano Vladan Lazic, ritornato in Friuli l’anno scorso.  


- Una tua considerazione personale sul torneo che avete disputato a Mareno di Piave, l‘’Inverness Pub’?


“Dopo due settimane di lavoro si sono già viste tutte le cose positive che abbiamo fatto finora. In primis abbiamo portato qui mister Criscuolo, tanto voluto da parte mia e che ci tengo a ringraziare. I ragazzi di questo gruppo poi sono bravi; a Mareno hanno dimostrato di aver voglia di correre e sacrificarsi, anche i giovani. Perciò ci sono tanti presupposti per far bene. E anche sabato scorso, con avversari di due categorie inferiori, impegnandoci, abbiamo lottato per portare a casa il torneo”.


- Cosa ti aspetti dall’amichevole di domani con il Miti Vicinalis?


“Questo match innanzitutto chiude la nostra terza settimana di preparazione e la squadra sta molto bene. Mister Criscuolo non ha avuto molte possibilità di provare nuovi aspetti sul piano tecnico-tattico, ma abbiamo affrontato bei carichi di lavoro. Qualcosa comunque siamo riusciti a prepararlo e ci tenevamo a fronteggiare una squadra di categoria superiore per chiudere la fase pre-stagionale. Con il Miti, che ha accettato l’invito di partecipare alla seconda edizione del trofeo ‘Lem.Art’, sarà un bel test per capire non solo a che punto siamo con la preparazione, ma anche come stiamo da un punto di vista mentale. Detto questo, mi aspetto un match in cui si correrà tanto, visto che siamo un gruppo di ragazzi giovani; siamo coesi e puntiamo molto su questo collettivo”.


l.m.