breaking news

21/01/2021 15:01

Protocollo, l'aggiornamento delle disposizioni per l'esecuzione dei controlli pre-gara IL COMUNICATO

Novità in arrivo per le procedure del protocollo di prevenzione sul Covid, che il Consiglio Direttivo della Divisione Calcio a 5 ha discusso e approvato ieri nella riunione che si è tenuta in occasione dell’insediamento del nuovo presidente Luca Bergamini. 


Le società che hanno trasmesso la domanda di adesione alla convenzione con la Federlab, potranno chiedere al massimo nelle 72 ore precedenti la gara da disputare, l’appuntamento per l’invio della postazione mobile presso l’impianto di gioco, dove i sanitari provvederanno ad effettuare i tamponi rapidi ai componenti del gruppo squadra comunicati nella richiesta. La risposta sarà appunto “rapida” e permetterà di individuare subito eventuali positività, che verranno indirizzate per l’esecuzione dei tamponi molecolari che confermeranno o meno le indicazioni del primo esame. In ogni caso, sia di positività che di negatività, la Federlab rilascerà un’attestazione che il medico sociale del club dovrà certificare per l’ok a giocare.


Nel caso venissero riscontrate più di tre positività (o tra i positivi due risultino essere giocatori formati), le società interessate potranno richiedere via pec alla Divisione Calcio a 5 il rinvio della gara, inserendo nella richiesta la nota con la dichiarazione di positività, la copia del certificato rilasciato dal medico e la delibera ASL omettendo i nomi per questioni di privacy. Nel momento in cui la pec verrà protocollata sarà presa in gestione per la disposizione del rinvio. Qualora il rinvio venisse negato, ci vorrà un’attestazione del medico, dirigente o responsabile per il benestare alla disputa della partita.


Le procedure da rispettare per le società che non hanno aderito alla convenzione con Federlab saranno identiche, nel rispetto di quanto già previsto dalle norme per il contenimento del Covid.


COSTI - Le operazioni per il rispetto del protocollo con la convenzione Federlab avranno un costo di € 40 per il prelievo da eseguire al gruppo squadra e di € 9,50 per ciascun tampone rapido. Il molecolare, invece, verrà eseguito al prezzo di € 30. 


La Divisione Calcio a 5, da quanto appreso, solleciterà l’intervento della FIGC per il riconoscimento dei ristori anche per le società di A2 e B maschile e A2 femminile che sono state escluse dai contributi stanziati nel dicembre scorso dal Consiglio Federale su indicazione della Lega Nazionale Dilettanti.


Riteniamo opportuno ricordare che quanto riportato sono solo anticipazioni: verrà pubblicato un apposito comunicato (LEGGI QUI) contenente tutte le informazioni necessarie per la corretta attuazione delle disposizioni.