''Caso Rafinha'', pure la CFA respinge il ricorso del Petrarca: Morlino pronto ad appellarsi al CONI

Il "caso Rafinha" è tutt'altro che vicino a trovare una conclusione. Dopo che la Corte Federale d'Appello ha respinto il ricorso del presidente del Petrarca, Paolo Morlino, allineandosi così a quanto deciso già in precedenza dal Tribunale Federale Nazionale, il numero uno del club patavino non molla la presa ed è pronto a presentare nuovamente ricorso, stavolta al Collegio di Garanzia del CONI.


A margine della odierna decisione da parte della Corte Federale d’Appello in relazione alla cosiddetta “Vicenda Rafinha” (che potete consultare in GALLERY e al seguente LINK), il presidente Morlino ha infatti dichiarato quanto segue.


“Preannuncio sin d’ora che presenteremo ricorso dinanzi al Collegio di Garanzia del CONI per vedere riconosciuta la fondatezza delle nostre ragioni, ovvero l’efficacia pluriennale dell’accordo sottoscritto da Rafinha con il Petrarca. A tal proposito, è stridente la posizione della Futsal Napoli che, da una parte, per Hozjan e Coelho, si erge a paladina della giustizia, mentre in questa vicenda dimentica di avere raggiunto una pattuizione con un calciatore, Rafinha, che senza timore di smentita, posso affermare avesse già sottoscritto in precedenza un accordo a valere per questa stagione con la nostra società. Procederemo, pertanto, nei modi e nei termini previsti dall’ordinamento, e come naturale conseguenza l’eventuale impiego in gare ufficiali di Rafinha per conto della Futsal Napoli da qui alla decisione del Collegio di Garanzia del CONI non potrà che considerarsi sub judice. Quella stessa essenziale carenza di dialogo tra società che la Futsal Napoli lamenta nelle vicende Hozjan e Coelho ha caratterizzato ab origine la vicenda Rafinha”.


Galleria