breaking news
  • 28/11/2021 19:02 Serie A, il posticipo va alla Meta Catania: a Salsomaggiore sconfitta la L84 per 3-1

21/08/2021 14:46

#futsalmercato, l'ultima tentazione di Serratore: Selucio per completare la rosa della Feldi Eboli?

Succede che qualcuno dalla Spagna porta via i pezzi pregiati della nostra Serie A (leggasi la doppia pescata iberica a Ostia per Rocha e Motta, finiti all’Osasuna e al Cartagena), ma succede anche il contrario, perché può capitare anche… l’inverso. Operazione riuscita alla Sandro Abate nel caso di Lucho Avellino, operazione riuscita alla L84 nel caso di Tuli, operazione che potrebbe riuscire anche alla Feldi Eboli che, come il club torinese, sta cercando di accaparrarsi in terra iberica quello che di fatto è l’anello mancante per completare il roster da presentare al via della prossima stagione.


L’obiettivo? Chi si ricorda di Gabriel Motta e delle sue “origini” calcettistiche italiane non può non ricordarsi di Giancarllo Selucio, un laterale che ha adesso 23 anni anni, che in Italia lo aveva portato direttamente dal Brasile il Maritime Augusta, di cui con Motta costituiva l’asse portante della formazione Under 21 campione d’Italia nel 2018 e capace di bissare lo scudetto con il trionfo nella Coppa Italia di categoria. E mentre Motta preferiva la strada peninsulare, salendo fino a Ostia, Selucio ha invece preferito tentare l’avventura asiatica, sbarcando in Cina per giocare un anno mezzo allo Shijiazhuang Hebei Fumei; dopo di che, l’approdo spagnolo con il Palma che ne rileva il cartellino e lo smista al Peñiscola (l’ex club di Josiko e di quel Tuli che, appunto, è tornato in Italia per approdare alla L84), per restare in quel lembo di terra valenciana nel semestre conclusosi con la retrocessione in Segunda.


E qui entra in gioco la Feldi Eboli. O meglio, quel calcolatore del direttore tecnico Marcello Serratore, che per chiudere i conti con il roster da consegnare a Serginho ha deciso di puntare sull’ex Maritime, con la conseguenza che nel listone degli effettivi rossoblù potrebbero non esistere le cosiddette “tribune”. Ma soprattutto, Selucio è un giocatore dalla classe sopraffina, un talento che nel suo breve primo passaggio italiano, non ha dimostrato affatto quelle che sono le sue innegabili capacità. Che Serratore è convinto possa esprimere giocando con maggior continuità nella Feldi.


Selucio a Eboli, semplice ipotesi o un nuovo figliuol prodigo in cerca della definitiva consacrazione nella nostra Serie A?