Barcellona, rimonta sulla Drago Acireale: la doppietta di La Torre vale il quinto posto solitario

ll team giallorosso nella penultima gara del campionato di serie B girone H, supera con merito per 2-1 la Drago Acireale grazie all'ennesimo match fatto di gioco, sacrificio, cuore e talento.

Una gara intensa ed equilibrata come si prevedeva con la posta in palio alta per entrambe le compagini, per i giallorossi privi di mister Ricardo Tutilo per motivi di salute (due settimane difficili ed intense per l'allenatore brasiliano e tutto il gruppo) dopo la salvezza raggiunta con largo anticipo, l'obiettivo 'sognato' ma adesso ad un passo il quinto posto valevole per i play-off. Per il team acese, dopo i rinforzi di gennaio e la bruciante sconfitta pre-natalizia in casa contro i giallorossi, l'obiettivo è allontanarsi dalla zona play-out.

Nella prima parte di gara, gioca bene la squadra di 
Magalhanes trovando la rete a meta' frazione con Zapella che sfrutta una disattenzione difensiva. A seguire arriva pronta la reazione del gruppo barcellonese con diverse ottime giocate, finalizzate da Venuto e La Torre, ma i tiri non impiensieriscono il portiere Giappone, tra i migliori per gli ospiti. Al 15' azione di sponda La Torre con Sanchez, chiusa dal tiro non ottimale dell'italo-venezualano.
Si chiude così la prima frazione di match con l'Acireale che tiene botta, non lasciando grandi spazi al Barcellona Futsal.

Nella ripresa cambia l'approccio della squadra del presidente Elio Russo, aumentando il ritmo e giocando con maggiore concentrazione in difesa e nella manovra di gioco.
Dopo i primi 10' in cui si cerca il pertugio per arrivare al pari contro gli acesi che difendono e tentano il raddoppio, situazione di tensione sul parquet con gli ospiti che rimangono in 4 per  l'espulsione di Hajari in campo, mentre per i giallorossi fuori il capitano Mandanici dalla panchina, i giallorossi girano bene palla e trovano un altra magia di bomber La Torre che si incunea in area piccola e infilza sotto la traversa, il pari regala linfa e fiducia alla squadra di Tutilo.

Passano due minuti ed il pivot giallorosso si ripete, esplode il PalAllberti sul 2-1, grazie ad un altra bella giocata dei giallorossi.  Nel finale un azione straordinaria di Sanchez con La Torre che centra il palo, aprendo il piattone si salva l'Acireale. Infine con il portiere in movimento la Drago tenta di impattare ma sono i giallorossi a difendersi bene e a sbagliare in ben quattro occasioni il colpo dalla distanza a porta sguarnita.

Alla sirena è festa grande per il Barcellona Futsal che dedica questa vittoria al suo condottiero Ricardo Tutilo, vero leone fuori dal campo, eccellente allenatore che ha plasmato e migliorato un gruppo di giovani che raggiunge la quinta piazza 'insperata', forse solo sognata a metà gennaio, adesso realtà. Il Barcellona Futsal regala gioco, gol ed emozioni, grazie ad un gruppo straordinario sul piano umano e in evoluzione totale su quello tecnico-tatticqo ed anche di mentalità vincente.

Adesso a Marsala, i giallorossi sabato prossimo si giocheranno la corsa ai play-off, scrivendo già la storia del calcio 5 barcellonese che tocca il punto più alto.

"Un gruppo di persone che condivide un obiettivo comune può raggiungere l'impossibile. Attualmente nei PlayOff per la serie A2. La storia piú alta del calcio a 5 barcellonese, ad oggi, siamo noi: sti 3 basicotani, un italovenezuelano, un argentino, due brasiliani, un santalucese qualche messinese e tanti barcellonesi", scrive un più che soddisfatto vicepresidente Dario Iannelli.

Ufficio Stampa Barcellona Futsal


foto: Santi Mazza Photographer


Galleria