breaking news

20/04/2021 23:00

Cento giorni di presidenza, il bilancio di Luca Bergamini: “Risanamento e riforme: quanto lavoro!''

11 gennaio-21 aprile: per Luca Bergamini scatta il centesimo giorno da presidente della Divisione Calcio a 5. Sulle colonne di TuttoSport (nell’intervista a cura del collega Pietro Mazzara) il presidente ha fatto il suo bilancio, analizzando anche il futuro. Ecco alcuni dei passaggi più significativi.

“Questi cento giorni sono volati – esordisce Bergamini. – Ci sono state tantissime cose da fare, soprattutto riguardanti la ristrutturazione della parte finanziaria. Ci trovavamo con una Divisione soggetta al commissariamento, in quanto c’era un debito importante scaduto, e un altro a scadenza. Sia chiaro, non dipendeva dall’ultima gestione, ma è un percorso lungo diversi anni. Era necessario rimettere la Divisione in salute e questo è stato fatto anche grazie alla collaborazione con la LND”.

Il presidente prosegue poi parlando di una “casa del futsal italiano”.

“A breve dovrei entrare a far parte del comitato Uefa della nostra disciplina e il mio obiettivo è quello di provare a organizzare uno o due grandi eventi continentali in Italia. In più stiamo lavorando per attuare la formazione di una ‘Coverciano del futsal’ con la costruzione di una struttura ad hoc”.

Ed ancora, Bergamini ha parlato pure della riduzione degli organici delle competizioni nazionali e delle categorie giovanili.

“Dobbiamo sviluppare la base, senza correre il rischio che si aumenti ulteriormente il divario tra campionati nazionali e comitati regionali. L’attività di base, dei settori giovanili e dei comitati regionali, sono fondamentali per lo sviluppo delle competizioni nazionali. Under 21 e Under 23? Sono scelte che vanno fatte insieme ai club. Dobbiamo ascoltare le società e poi decidere. Questi due anni hanno creato un grosso scompenso in una generazione di atleti”.