Cimini prende per mano il suo Celano: ''Da Chieti dobbiamo migliorare sotto tutti i punti di vista''

L’interregno di Oscar Di Pietro è durato un mese. Dalla terza giornata di andata la panchina del Futsal Celano è tornata ad essere occupata da Fabio Cimini, che va considerato un po’ come l’allenatore storico del club marsicano, di cui ha seguito la completa evoluzione nel corso degli anni fino allo stop dichiarato al futsal regionale per via del Covid. Un personaggio indubbiamente molto legato alla società, per cui è stato impossibile rispondere “no” quando D'Alessandro ha fatto squillare il suo telefono per chiedergli di tornare in sella. Giusto mister Cimini?


“Si, giustissimo, sono legato a questa società sin da quando è nata e all’inizio di quest’anno, per problemi personali, avevamo deciso di non ripartire insieme”. 


- La squadra non ha subito contraccolpi da questo cambio, seppur le prestazioni non siano ancora all'altezza delle aspettative. Solo una questione di tempo?


“Con la maggior parte dei giocatori lavoriamo insieme da diversi anni e quindi è un rapporto che si era soltanto interrotto. Le prestazioni non sono quelle che vorremmo ma sappiamo che con il lavoro e un po’ di pazienza arriveremo a quello che vogliamo”.


- Sabato tornate in campo dopo una settimana di sosta: ritiene sia stata opportuna?


“Purtroppo la sosta è arrivata dopo una prestazione ed un risultato non positivo, ma ci ha dato la possibilità di lavorare e capire in cosa dobbiamo migliorare”.


Inevitabile puntare gli sguardi sul calendario, con il Futsal Celano che adesso è atteso da una lunga sequenza di gare contro avversarie della parte medio-bassa della classifica, che porterà Marianetti e compagni ai confronti determinanti previsti nelle ultime tre giornate del girone di andata.


- Mister, cosa chiederà a suoi ragazzi a partire dal test di Chieti con la Minerva? Avrà tutti gli effettivi a disposizione?


“Al momento possiamo pensare solo di partita in partita e cercare di crescere il più in fretta a livello di squadra. Sabato sarà una gara difficilissima, nella quale dobbiamo dare il meglio sotto tutti i punti di vista, per proseguire nel nostro percorso di crescita”.