Defender, la trasferta di Canosa presenta insidie. Dibenedetto: “Serviranno concentrazione e umiltà”

Viaggia col morale alto il Defender Giovinazzo C5 dopo la seconda vittoria consecutiva ottenuta sabato scorso con la Polisportiva Futura che ha portato il team del presidente Carlucci in acque sicuramente più tranquille della classifica del girone B di serie A2 Elite.

La trasferta con il Canosa, prossimo avversario dei biancoverdi, sebbene sulla carta possa essere ritenuta semplice considerata l’ultima posizione in graduatoria occupata dai padroni di casa, allenati da mister Capurso che ha sostituito da qualche settimana Tavone, presenta non poche insidie. Gli avvicendamenti in casa canosina avvenuti nel roster con i nuovi arrivati Nardacchione e Bocca che hanno cambiato parzialmente l’aspetto della squadra rispetto all’andata, quando al PalaPansini terminò con il risultato di 5-1 per i giovinazzesi, hanno apportato nuova linfa anche se con il Giovinazzo dovranno fare a meno di Mura, appiedato per un turno dal giudice sportivo.

In casa biancoverde, invece, il rientro dalla squalifica scontata da Fermino nell’ultima partita, consentirà al tecnico Bernardo di avere scelte più ampie oltre a contare sull’eccellente periodo di forma attraversato da elementi come Dibenedetto, a segno quattro volte nelle ultime due gare.

"I miei goal di Cesena e contro la Futura sono il frutto non solo e semplicemente di una crescita personale all’interno dello spogliatoio, ma di un lavoro di squadra finalizzato anche a mandarmi a rete con più facilità soprattutto grazie al contributo di un assist-man del calibro di Silon Junior. Certo - ha detto ancora Dibenedetto - non è stato semplice all’inizio adattarmi agli schemi di mister Bernardo, ma con pazienza sono riuscito a farmi trovare pronto quando sono stato chiamato in causa. Sono consapevole che dopo le mie ultime prestazioni sarò ben attenzionato dai miei prossimi avversari, ma non temo i confronti agonistici. Con tutta la squadra - ha concluso Dibenedetto - non sottovalutiamo la pericolosità del Canosa, nonostante l’ultima posizione occupata, ma sono sicuro che imposteremo il match con le nostre caratteristiche principali, ovvero la concentrazione e l'umiltà".

E allora per chi vorrà seguire il Defender Giovinazzo C5 in questa trasferta l'appuntamento è per sabato 27 gennaio alle ore 16 presso il PalaColombo di Ruvo di Puglia.


 Nicola Miccione - Ufficio Stampa G.S. Defender Giovinazzo Calcio a 5