breaking news
  • 05/12/2021 20:22 Serie A, termina in parità il posticipo di Salsomaggiore: Came Dosson-Feldi Eboli 4-4

16/10/2021 19:04

Fortitudo Pomezia, vittoria pesante a Viterbo: i ragazzi di Esposito volano a punteggio pieno

Una grande, grandissima Fortitudo Pomezia si è presa la scena al Palacus di Viterbo andando ad espugnare per 6-4 il campo dell’Active nel match valevole per la seconda giornata di campionato. Una prestazione maiuscola quella sfoderata dalla squadra di mister Stefano Esposito che dopo due giornate viaggia a punteggio pieno e con tante certezze.

PRIMO TEMPO – Esposito parte con Cerulli tra i pali, quindi Mentasti, Lemos, Papu e Fornari. In casa Viterbo i cinque scelti da Ceppi sono Mambella, Davì, Curri, Senna e Fabricio. Avvio shock per i pometini che vanno sotto dopo appena 28 secondi: Borges trova la testa di Leo Senna che non da scampo a Cerulli (1-0). Il goal subìto a freddo non scompone però la squadra di Stefano Esposito che, riorganizzate le idee, inizia a crescere progressivamente mettendo in mostra un futsal di altissimo livello. Al minuto numero 2 Tiago Lemos fa la barba al palo e dopo appena 34 secondi (minuto 2,34”) la Fortitudo trova il pareggio con una palombella di Peppe Mentasti (capitano per l’occasione) che trova Mambella impreparato. I pometini sembrano giocare sul velluto ed iniziano a collezionare occasioni a ripetizione: al 3’ bomba di Tiago Lemos, Mambella respinge e sulla ribattuta Jader Fornari va vicinissimo al raddoppio. Pomezia continua a schiacciare Viterbo nella propria metà. Papu costringe Ercoli agli straordinari e al 5’ Jader Fornari con un gran sinistro su assist di Batata (finalmente all’esordio ufficiale, e che esordio) fa 1-2. Al 6,50” Cachon Suazo impegna severamente Cerulli con un destro da fuori che il portiere pometino sventa con un grande stacco di reni. Il numero 3 di casa si ripete pochi secondi più tardi con un’altra conclusione da fuori sulla quale però questa volta Cerulli non può far nulla (2-2).

Pomezia in fase d’impostazione va che è una bellezza: Papu, Fred e Lemos si trovano ad occhi chiusi e l’Active in più di un’occasione è costretta ad usare le maniere forti per arginare l’onda d’urto pometina. Al 13’ la rimessa dalla propria porta di Cerulli si trasforma in una conclusione insidiosa per Mambella che con la punta delle dita riesce a deviare in angolo. Passano 10 secondi, amcora Pomezia: tacco di Fornari per Batata, miracolo di Mambella. Al 15’ ancora un rilancio di Cerulli è telecomandato sulla testa di Fornari con Mambella che anche questa volta manda in angolo. 30 secondi più tardi è la traversa a negare il goal a Fornari.

Pomezia sembra un gigante e Viterbo prova ad alleggerire la pressione come può. Al 16’ una gran punizione di Cachon Suazo (tra i migliori in casa Viterbo) impegna Cerulli al paratone di piede in angolo. A 3,51” dalla fine del primo tempo Pomezia trova il nuovo meritatissimo vantaggio con un gran sinistro dalla lunga distanza di Lipe Follador che passa sotto le gambe di Mambella e termina la sua corsa in fondo al sacco (2-3). In chiusura di frazione Fornari se ne va sull’out di destra, supera Leo Senna ma la sua conclusione è troppo debole per impensierire Mambella. Il primo tempo si chiude con la Fortitudo in vantaggio per 3-2.

SECONDO TEMPO – Pomezia riparte con Cerulli, Batata, Follador, Papu e Fornari. Il canovaccio tattico è quello del primo tempo. Dopo 50 secondi Papu costringe Mambella alla parata in angolo. Le due squadre non si risparmiano e si ribattono colpo su colpo. Bellissimo il duello costante tra Davì e Fornari, due grandi giocatori che hanno impreziosito la sfida di Viterbo. Minuto 2,54”, schema su punizione della Fortitudo: Fornari vede Tiago Lemos che di giustezza fa 2-4. Pomezia allunga ma l’Active può rientrare in partita al 4’ quando Cerulli esce su Borges lanciato a rete e per il direttore di gara è calcio di rigore e ammonizione per il portiere ospite. Da dischetto si presenta Curri ma Cerulli neutralizza il penalty con un grande intervento. Minuto 5,30”, destro al veleno di Fred che il portiere di casa manda in angolo. La squadra di Esposito continua a dare spettacolo ed il goal del 5-2 è un autentico capolavoro: Zanella scavalca come birilli tre avversari, passaggio per Papu che a tu per tu con Mambella fa 2-5. Tutto il Palacus in piedi a battere le mani al numero 11 pometino. Al 12’ Lemos scalda ancora i guanti al portiere viterbese, bravo 30 secondi più tardi ad uscire su Batata lanciato a rete. In campo sembra esserci soltanto la squadra ospite ma i padroni di casa si rifanno prepotentemente sotto, al netto di alcuni fischi arbitrali che fanno infuriare la compagine ospite. Al 14’ Fabricio rimette in gioco Viterbo con un destro da fuori che sorprende Cerulli (3-5) e al 16’ un contestatissimo tiro libero di Davì riporta Viterbo a meno 1 (4-5)

La gara torna quindi prepotentemente in bilico ma è qui che esce ancora una volta la grande forza della squadra pometina che tiene i nervi saldi e colpisce ancora al 18: assit di Batata (il secondo della sua partita) per Fred che di destro fa esplodere il settore ospiti (4-6). Ceppi ricorre al portiere di movimento ma Pomezia si difende con ordine e il risultato non cambia più. Al Palacus di Viterbo Fortitudo Pomezia 6 - Active 4.

Ufficio Stampa Fortitudo Pomezia