Hellas Verona-Milella, una voce che prennuncia forti novità: separazione (consensuale) in vista?

L’Hellas Verona e Pino Milena verso il divorzio? E’ quello che si starebbe configurando sulle sponde dell’Adige, dove sembra che il rapporto tra il club che fa riferimento a Daniele Rea e Mirko Renier e il tecnico pugliese sarebbe ormai arrivato ai titoli di coda. Nessuna separazione forzata, sia ben chiaro: le voci riferiscono di un colloquio più che mai cordiale tra la proprietà del club scaligero e l’allenatore, che avrebbero condiviso la volontà di proseguire strade diverse a causa di divergenze nella programmazione dell’attività per la nuova stagione.


Milella era arrivato sulla panchina dell’Hellas nell’estate del 2020, per prendere in consegna la guida della squadra veronese ammessa al campionato di Serie B ma fortemente motivata a puntare alla categoria superiore. A2 che ha visto nell’ultimo torneo anche i gialloblù protagonisti dichiarati, tanto in campionato quanto in Coppa Italia, con l’Hellas capace di eliminare una dopo l’altra 360GG, Mantova e Gisinti Pistoia (due di queste squadre hanno conquistato la Serie A proprio sabato scorso) arrendendosi solo alla Fortitudo Pomezia nella finale di Policoro, persa per 4-3. Una stagione che il direttore generale Mirko Renier ha ammesso comunque esser stata molto positiva, ma anche altamente stressante sul piano organizzativo.


La posizione di Milella si definirà sicuramente in questi giorni, con la società che starebbe vagliando anche il nome dell’eventuale sostituto, con la soluzione probabilmente più concreta, qualora il rapporto con Milella si chiudesse, di affidare la conduzione tecnica a Luca Castagna, secondo di Milella nelle due stagioni di permanenza del trainer sulla panchina scaligera.