breaking news
  • 28/11/2021 19:02 Serie A, il posticipo va alla Meta Catania: a Salsomaggiore sconfitta la L84 per 3-1

17/07/2021 14:52

Italservice Pesaro, Pizza puntualizza: ''Nessuno è stato mandato via, lavoriamo per migliorarci''

"Nessuno è stato mandato via dalla società, sono state scelte personali", così il patron dell'Italservice Pesaro in una intervista su "Il Resto del Carlino". Il numero uno della squadra campione d'Italia ha fatto il punto su tanti aspetti, anche quello relativo al mercato. Prima però ha voluto chiarire la situazione relativa alle uscite, come per esempio quella di Marcelinho, e di tutti gli altri. 

"Dispiace per coloro che hanno deciso di andare via, sia per quanto riguarda i calciatori, sia per quanto riguarda lo staff. Hanno fatto le loro scelte, chi per questioni professionali, chi per questioni personali. Una cosa però ci tengo a dirla pubblicamente: nessuno di coloro che è partito è stato mandato via dalla società. Chiunque ha scelto un'altra strada, lo ha fatto valutando la situazione personale e comunicandoci la propria decisione. NOn abbiamo "tagliato" nessuno. Semmai qualcuno che non era totalmente contento del suo impiego o del tipo di impiego ha preferito venire da noi e dirci, molto educatamente, grazie ma preferisco cercare un'altra soluzione. Tutto assolutamente lecito, ci mancherebbe. Però ripeto, sono state scelte dei singoli. Noi le abbiamo recepite, accettate e ora stiamo lavorando per sostituire i partenti e forma una Italservice ancora più forte e sempre più forte". 

La società è quindi al lavoro per trovare i giusti sostituti dopo aver accolto Espindola. 

"Stiamo lavorando, Espindola è stato il primo colpo, ma non sarà l'ultimo. Vogliamo continuare a lottare per vincere in Italia e puntiamo a fare qualche passo in più in Champions League, sognando di arrivare alle Final Four. Questa società e questa squadra, più in generale questo gruppo di lavoro ha fatto grandi cose in questi anni. Abbiamo conquistato due scudetti, una Coppa Italia e una Supercoppa in due stagioni e mezza. Tutto ciò nonostante una pandemia di mezzo che ha reso difficile la vita a tutti, noi compresi. Però la nostra società è riuscita a confermarsi forte e anzi, in Italia abbiamo appena concluso la stagione con il doblete Scudetto-Coppa Italia. Ora il difficile è confermarsi e, se possibile, addirittura migliorare. Lavoriamo per questo".