L'Isola5 ritrova la Gifema Luparense, Dal Grande è pronto: ''Queste sono le sfide che piace giocare"

Mattia Dal Grande, comunque vadano le cose, ha lasciato il suo segno sul cammino dell’Isola5 nella prima fase del campionato di C1 emiliano-veneto: il suo gol al Sassuolo, quello del 4-2, ha praticamente sigillato la qualificazione ai playoff della squadra di Stefani. Logico chiedergli come ha vissuto quel momento?


“Beh, penso che ogni gol, fosse anche quello del 10-0, è sempre un momento bellissimo, segnare però il 4-2 in uno scontro diretto, a pochi minuti dalla fine, è sicuramente una grande soddisfazione soprattutto per chi come me lavora più in fase difensiva che di attacco”.


- Come commenti questo accesso alle semifinali? Dopo quell'inizio da dimenticare che cosa è scattato nel gruppo per riuscire a compiere questa clamorosa rimonta?


“L’accesso alle fasi finali dopo le prime tre giornate onestamente lo vedevamo molto lontano come obiettivo e avrebbe messo in seria difficoltà qualsiasi tipo di gruppo, ma non il nostro che, anzi, si è come evoluto. Poi, come si sa, nel calcio tutto può succedere e vista comunque la qualità della rosa a disposizione era d’obbligo provarci fino in fondo, consapevoli di dover fare almeno nove punti sui dodici disponibili, che alla fine dei conti non sarebbero nemmeno bastati. però siamo stati premiati e ora siamo pronti a giocarci la semifinale”.


- Sabato tornate ad affrontare la Gifema in una partita che non avrà appello. Avete dimostrato di potervela giocare alla pari già qualche settimana fa, anche se poi, alla fine, vi siete dovuti mordere le dita per quel 4-4 finale. Ricordando quell'episodio quale errore dovrete evitare di commettere per poter tener testa ai vostri rivali?


“L’errore più grande che potremmo fare è sottovalutare l’avversario visto il risultato maturato nel girone e viste le importantissime assenze da parte loro. Nonostante questo, la Gifema è una squadra di livello assoluto, costruita per vincere questo torneo e sicuramente non saranno queste importanti assenze a farne abbassare il livello. Anzi, è probabile che troveremo una squadra ancora più agguerrita, ma queste sono le partite che a tutti piace giocare… quindi non vedo l’ora che arrivi sabato per scendere in campo”.


- Infine, uno sguardo all'altra semifinale, che poi si giocherà dopo Gifema-Isola5: chi voti finalista tra Tiemme Grangiorgione e Dozzese, che peraltro vi hanno sconfitto proprio nelle prime due giornate?


“Anche se mi ha sorpreso il percorso altalenante della Dozzese, queste sono altre due formazioni di grandissimo livello ed entrambe possono giocarsi la vittoria finale. Quindi fare un pronostico è abbastanza difficile e dare una preferenza è altrettanto complicato, dato che con entrambe abbiamo perso. Che vinca la migliore… come è giusto che sia”.