La Dolomiti Energia piazza un colpo... Basso: il Russi conosce a Rovereto il primo ko, è 4-2 Olympia

Solo buone notizie per l’Olympia Rovereto che ferma la corsa del Russi, vince la prima in casa della stagione e ritrova anche se per meno di un minuto Rafinha in campo. Le “pantere” tornano a ruggire alle «Don Milani» e portano a casa tre punti importanti per proseguire una marcia importante per rincorrere anche le posizioni più elevate, anche se tre formazioni (già affrontate dal team di Saiani) proseguono a correre senza intoppi. 


LA CRONACA - Gara molto nervosa nella prima frazione con la formazione di casa che si porta presto in vantaggio con Salvador che mette dentro dalla sinistra e Frisenna infila sul secondo palo. Pari che arriva quasi immediato con Michelacci che con una rasoiata da fuori infila Ceschini. Fioccano i falli e già a metà gara le due formazioni arrivano in zona pericolo. Moufakir segna su punizione, col pallone che perfora la barriera. Primo tiro libero per l’Olympia, ma Masetti dice no a Frisenna. Poi tocca a Michelacci dall’altra parte: traversa, campo, testa dello stesso e traversa di nuovo. Ma l’azzurrino dei romagnoli pareggia poco dopo con una gran conclusione da sinistra sotto il sette. Finisce con salvataggio sulla linea di Michelacci su Basso e con Moufakir che si vede parare un altro «dieci metri».


Secondo tempo che stenta a decollare, Marisa cerca assist sul secondo palo e trova deviazione di Piallini che manda la palla sul palo. Al 12’ la svolta: Cristel ruba palla a metà campo, scambia con Frisenna e con un tocco beffardo infila in uscita il bravo Masetti. Il Russi prova il portiere di movimento, ma il gol lo trova ancora la formazione di casa con Cristel che serve Basso, abile a saltare il portiere e mettere in fondo al sacco. 


Finale col Russi proteso in avanti Ceschini decisivo su Babini e su Cedrini, mentre le conclusioni dei lagarini a porta vuota non trovano mai precisioni. A 39" dalla fine arriva il rosso (doppio giallo) per il romagnolo Ballario che, praticamente, mette la parola fine al match. Rafinha, salutato dall'ovazione del pubblico di casa, torna a calpestare il parquet dopo otto mesi; l'Olympia continua a scalare la classifica ed ora ancora in Emilia contro l'Aposa di mister Carobbi a San Lazzaro di Savena, terza trasferta di fila nell'hinterland bolognese.


OLYMPIA ROVERETO-RUSSI 4-2 (pt 2-2)

OLYMPIA ROVERETO: Ceschini, Maddalosso, Salvador, Moufakir, Marisa, Frisenna, Rafinha, Basso, Cecchin, Cristel, Simoncelli, Tita. All. Saiani.
RUSSI: Masetti, Piallini, Garbin, Bolotti, Cianciulli, Gurioli, Celiento, Ballario, Babini, Michelacci, Cedrini, Fenati. All. Bottacini.
ARBITRI: Sommese di Lecco e Chirvasuta di Monza. Crono: Moser di Trento.
MARCATORI: pt 2’47” pt Frisenna (OR), 3’25” Michelacci (R), 10’45” Moufakir (OR), 15’48” Michelacci (R), st 11’38” Cristel (OR), 16’04” Basso (OR).

NOTE: espulso al 19’21” del st Ballario (R) per doppia ammonizione. Ammoniti Salvador (OR), Piallini, Gurioli, Michelacci e Cedrini (R).