La freschezza di Giovanna Do Amaral al servizio della T&T Royal Lamezia: ‘’Sto già imparando tanto’’

Una sconfitta sicuramente dolorosa, quella in cui è incappata la T&T Royal Lamezia domenica scorsa: al PalaSparti, la compagine lametina è caduta di misura contro la Kick Off, in quello che era a tutti gli effetti uno scontro diretto. Ora subito testa alla Coppa Italia: sabato a Lamezia torna proprio la compagine milanese.

Facciamo il punto della situazione in casa Royal con Giovanna Do Amaral: classe 2002, talentuosa figlia d’arte (il padre Flavio è ex giocatore e allenatore del Bernalda Futsal e della nazionale del Qatar), è una delle ultime arrivate tra le fila della compagine biancoverde.

“Domenica la sconfitta è stata dura: sicuramente un pareggio o una vittoria ci avrebbe dato più tranquillità, dato che la Kick Off arrivava alla gara con due punti in meno di. Ci ha fatto male perderla in casa. Non aver conquistato punti è l’aspetto negativo. Da fuori quello che posso dire è che ci è mancato quel gol in più per vincere; dovevamo sfruttare tutti gli aspetti a nostro favore, come il pubblico. Loro hanno messo la palla dentro e questo ha fatto la differenza”.

Ma non c’è tempo di riflettere su quanto perso: sabato ci sarà già occasione di riscatto.

“Dobbiamo creare di più, essere più imprevedibili, soprattutto in casa nostra. Sabato remake con la Kick Off: è una partita di Coppa, ma possiamo cercare di migliorare tutti questi aspetti e creare più gioco in attacco. Ogni partita in più ci serve per conoscerci meglio, anche per quanto mi riguarda, essendo arrivata da poco”.

La giovane giocatrice viene dal calcio a 11, e l’ambientamento nel futsal procede al meglio.

“Sto imparando molto con l’aiuto di tutti: società, mister, staff tecnico, le ragazze. Questo per me è un grande stimolo. Alla Royal mi sto trovando bene. E’ solo la terza settimana, ma mi sto già integrando, cercando applicare le mie qualità nel calcio a 5. L’ambientamento, grazie all’aiuto che sto ricevendo, è molto più facile e ne sono grata”.

Obiettivi stagionali?

“Sicuramente il primo è la salvezza. Ma con la squadra che abbiamo possiamo fare meglio di così. Ora cerchiamo di pensare solo alle nostre partite e fare più punti possibili, giocando bene ma soprattutto facendo risultato. Il mio obiettivo personale è contribuire con le mie qualità. Arrivo “fresca” in un momento decisivo della stagione, anche se non con tanta esperienza nel futsal; sento di poter aiutare la squadra con una diversa energia mentale e, integrandomi, di contribuire a raggiungere i nostri obiettivi”.


Valentina Pochesci