Melilli, la grinta (con una gamba sola) di Monaco: “I miei compagni non smetteranno di lottare”

Se il Melilli ha dimostrato qualcosa in questi ultimi anni, specialmente con lo ‘zoccolo duro’ di questo gruppo, è senza dubbio il carattere e la voglia di non mollare mai. Su questo comune denominatore si punta alla sfida contro un’altra neopromossa, la Fortitudo Pomezia, squadra dalle grandi individualità. E c’è grande voglia di riscatto, grande voglia di raggiungere la prima vittoria stagionale per i neroverdi. Una voglia che ha pure Alfio Monaco, nonostante un infortunio al ginocchio, ma sempre presente agli allenamenti e alle partite.

“È stato un inizio di stagione abbastanza strano e rocambolesco, le cose non sono andate come ci aspettavamo e la stiamo pagando. Conosco benissimo i miei compagni e so che non smetteranno di lottare fino a quando non riusciremo ad uscire da questo brutto periodo. Incontriamo una squadra forte e ben attrezzata, ma ci stiamo preparando al meglio. Purtroppo, nella seconda gara di campionato, contro il Pesaro, mi sono rotto il legamento crociato anteriore e questo, ahimè, significa operazione e stagione finita. Tutto sommato il mio ginocchio regge un po' e nonostante ci sia il rischio di peggiorare la mia situazione prima dell'operazione, partecipo ugualmente agli allenamenti e provo a dare il mio sostegno. Un infortunio che mi pesa molto perché mi ha tolto la gioia più bella, ovvero di lottare insieme al gruppo in questa Serie A tanto sudata e desiderata”.

Tornando alla gara con la Fortitudo, guardando la classifica i tre punti in palio sono fondamentali per entrambe.

“In Serie A non ci sono partite facili da pronosticare e spesso la classifica non rispecchia il reale valore delle squadre, sappiamo però che a noi servono punti e in casa faremo di tutto per ottenerli”.