Miraglia non l'ha mandata giù: ''Brucia il ko con la Fenice, daremo tutto con il Porto San Giorgio''

Perdere una partita a meno di 30 secondi dalla sirena. E’ quello che è successo allo Sporting Altamarca nella prima giornata di campionato, punita oltre la metà dell’ultimo giro di lancette quando il pareggio sembrava cosa ormai fatta. Un epilogo non fastidioso… di più, che ovviamente ha lasciato particolarmente amareggiati i giocatori maserini, in primis il portiere Gabriel Miraglia.


“Infatti, siamo rimasti molto delusi dal risultato finale. Purtroppo certi episodi isolati che non potevamo controllare hanno condizionato la gara. Ma ci sta, fa parte dello sport”. 


- La prestazione della squadra, rispetto ai test precampionato che avevano lasciato qualche perplessità, come la valuti?


“Siamo una squadra in costruzione e abbiamo spinto molto durante la preparazione. Nonostante tutte le difficoltà e le assenze, abbiamo disputato una grandissima partita contro la Fenice. Stiamo affrontando una nuova categoria e ci vuole un po’ di tempo per adattarsi. Continueremo per la nostra strada e nei momenti giusti ne verremo fuori, sono sicuro”. 


- Sabato una verifica di quelle serie: che partita sarà con il Porto San Giorgio e come la state preparando?


“Il PSG è a mio avviso la squadra favorita alla promozione. Vanta di una rosa lunghissima, fatta di giocatori di molta qualità e esperienza. Noi faremo la nostra partita cercando sempre di migliorare e crescere a livello di identità di gioco. Il risultato poi è sempre un punto di domanda”. 


Mister Serandrei ritroverà Halimi e Rosso, assenti al debutto per effetto della giornata di squalifica retaggio della passata stagione. Mancherà però Baron, che il giudice sportivo ha appiedato per un turno dopo il rosso preso al Franchetti.