breaking news

14/05/2021 20:56

Polistena, Martino: ''Non è facile cambiare allenatore ora. Il Cosenza? Partita ricca di insidie''

Nuova tappa nel cammino playoff per il Polistena, che si prepara ad affrontare il Città di Cosenza dopo una settimana che ha portato un vero e proprio scossone in panchina, con il cambio tra Pino Molluso e Nino Rinaldi, che avrà il difficile compito di entrare nella panchina nel momento più caldo della stagione. A fare il punto in casa Polistena è Tonino Martino, estremo difensore e uno dei leader del gruppo. Inevitabile partire proprio dal cambio in panchina e da come è stato assorbito dall'ambiente. 

"La squadra sta bene ed è concentrata per la partita di sabato. Inutile negare, che, il cambio di allenatore in questo periodo della stagione non è facile da affrontare. Ma mister Rinaldi non ha perso tempo e si è messo subito al lavoro guadagnandosi la fiducia e il rispetto di tutto il gruppo in pochissimi giorni. Non era facile subentrare a mister Molluso, con il quale siamo arrivati fin qui e con il quale abbiamo lavorato in modo egregio in tutti questi anni ottenendo grandi risultati. Ma da lunedì abbiamo dovuto mettere tutto alle spalle e resettare tutto per affrontare il Cosenza nel migliore dei modi, sperando di regalarci un finale di stagione da incorniciare e in questo Rinaldi con la sua "pazzia" é stato molto bravo a lavorare in questa settimana facendoci pensare solo al parquet, dimenticando qualche pettegolezzo di troppo". 

Alle porte c'è la sfida contro il forte Città di Cosenza, una partita difficile contro un avversario di grande valore. 

"Domani é una partita molto difficile e piena di insidie. Il Cosenza è una squadra molto organizzata e con un grande allenatore che lavora molto bene in fase difensiva concedendo sempre poco. Loro hanno  disputato un eccellente campionato e non vorranno regalarci nulla, giocandosela a viso aperto. Hanno giocatori esperti che fanno parte delle rispettive nazionali e quindi abituati a giocare competizioni importanti. Noi, come già detto prima, abbiamo cercato di preparare la partita nei minimi dettagli, che in queste occasioni solitamente fanno la differenza per l una o l'altra squadra. Non possiamo contare su Diogo perché squalificato ma siamo consapevoli di essere una grande rosa e soprattutto un grande gruppo. Vogliamo confermare quanto di buono fatto finora e cercare di andare più avanti possibile in questi playoff. Infine, vogliamo regalare una grande gioia ai nostri tifosi e alla nostra società che non smette mai di essere presente. Una società che merita senz'altro grandi palcoscenici".


esp.