Spettacolo (e fair-play) al PalaPiomba: il Celano scappa e il Silvi lo riacchiappa, alla fine è 4-4

Al PalaPiomba di Silvi è andata in scena una delle più belle partite sinora viste in questo girone di andata. Si ritrovano di fronte due squadre di alta classifica che si giocheranno fino alla fine un posto tra le prime. Finisce in parità ma il risultato lascia l'amaro in bocca a tutti: al Silvi perchè dopo aver ripreso la partita ed essere poi passato in vantaggio, ha visto sfumare una importante vittoria; e al Celano, che ha chiuso il primo tempo in vantaggio di due reti con la partita in pieno controllo e che ha fallito sulla sirena il tiro libero della vittoria. 


Ma veniamo alla cronaca. pronti via e dopo alcune belle giocate il Celano passa in vantaggio con capitan Marianetti. Il Silvi reclama per un proprio giocatore a terra durante l'azione del gol e allora mister Cimini ordina ai suoi di restituire il gol così Di Giancaterino deposita il pallone in rete a porta vuota. FairPlay da applausi!


Tutto da rifare e così i gialloblu celanesi riprendono a macinare gioco e a chiudere ogni azione del Silvi arrivando al nuovo vantaggio con Biondi. Sul finire del primo tempo la Futsal Celano prima si divora il doppio vantaggio e poi, con un tiro da biliardo stoccato dalla destra da Dustin Calvet, riesce a portare il risultato sull’1-3, punteggio con il quale si chiude la prima frazione in favore dei celanesi. 


Dopo l'intervallo si torna in campo e nel secondo tempo si assiste ad una vera e propria battaglia. Il bel gioco della prima frazione lascia il posto ad una serie di falli e il gioco si ferma per diverso tempo per alcuni screzi che coinvolgono entrambe le panchine. Purtroppo anche il duo arbitrale ci mette del suo invertendo falli e rimesse per entrambe le parti: le squadre, nervose, cambiano atteggiamento e ne approfitta la compagine della Costa, più esperta, portandosi sul 3-3 con la doppietta di Lupinetti. 


A dieci minuti dalla fine il conto dei falli dice 5 a 5 e su una irregolarità dei celanesi Cornacchia si porta sul dischetto del tiro libero: tiro parato ma non trattenuto dal collega Di Terlizzi e gol del primo vantaggio per i padroni di casa. A questo punto il Celano non ci sta a veder sfumare tutto e riprende a muovere con il portiere di movimento: da un azione sulla destra la palla impatta sul petto di Fellini che si trova praticamente dentro la porta avversaria e serve un assist involontario per Dustin Calvet a segno per il 4-4. 


La partita si trascina fino ai minuti di recupero (ben quattro), finché, ad una manciata di secondi dalla conclusione, su fallo fischiato al Silvi, tocca a Biondi portarsi sul dischetto dei dieci metri, ma l'argentino si lascia ipnotizzare da Cornacchia proprio sulla sirena finale.


Finisce con la divisione della posta: un punto che consente ai celanesi di raggiungere al quinto posto il Lanciano (che riposava), mentre l’Atletico Silvi viene superato al secondo posto dal Sulmona vittorioso in casa contro l'Orione Avezzano.