#futsalmercato, fantasie svizzere per lo Sporting Sala Consilina: Gabriel Buckson puntato da Detta?

Neanche il tempo di gustarsi i quattro gol che hanno lanciato la Meriense nel bramato mondo dei nazionali, che per gabriel Buckson è arrivato il momento di pensare ad una nuova avventura, non meno allettante come lo è stata quella breve (per durata) ma intensa (per entità emotiva) in maglia biancorossa. Giusto ieri sera, il nazionale svizzero tirava fuori dal suo cilindro un poker di reti che non solo hanno consentito alla Meriense di congelare la promozione in Serie B ma addirittura vincere sul filo di lana lo sprint con il Castellana per il primo posto nel triangolare dei playoff di C1. Sulle frequenze di radiomercato, già da stamattina, si parla di un suo prossimo futuro non tra i cadetti, ma in A2.


UNO SVIZZERO A SALA CONSILINA - Giuseppe Detta, vulcanico ma anche coscienzioso presidente operativo dello Sporting Sala Consilina non vedeva l’ora che Buckson terminasse gli impegni in Sicilia per poterlo portare nella Valle di Diano. Perché un giocatore come Buckson vale la pena di fare carte false per averlo in squadra. Universale ma con spiccate attitudini realizzative, il giocatore della NM Agency è più che mai l’obiettivo dichiarato del massimo dirigente dello Sporting, una pedina di talento da mettere a disposizione di Cafù nella prossima esperienza in seconda divisione. Gabriel ha fatto bene ovunque ha giocato: dal Minerva (serie A elvetica) al Viseu (Liga portoghese), dal “nostro” Bisceglie alla University of Malta fino all’Etoile Lavalloise, nella D2 francese, trampolino per indossare la maglia della Meriense e guidarla a suon di prodezze in Serie B.


Quelle prodezze che spera di vedere anche patron Detta, cher ne sta parlando serratamente con gli agenti, pronto a preparare i candelotti vaticana memoria per una fumata bianca che presto potrebbe alzarsi dall’entroterra cilentano.