#futsalmercato: Zancanaro obiettivo dello Sporting. Vavà, Morgade e Ferreira salutano Sala Consilina

Giuseppe Detta non ne ha mai fatto un mistero: lo Sporting Sala Consilina versione A2 deve nascere con le spalle ben coperte. D’altronde, non è un caso che tra i detti più in voga nel lessico calcistico (e sportivo di squadra in generale) ci sia quel “primo non prenderle” che non ammette interpretazioni di sorta. E il presidente salese ha capito alla perfezione l’antifona, ha fatto tesoro di alcuni errori che nel campionato di Serie B poi vinto al fotofinish sul Benevento sono costati punti importanti e… si è mosso di conseguenza.


SULLE ORME DI ZANCANARO - Il “primo non prenderle” inteso da Detta ha una traduzione ben precisa: la difesa dello Sporting Sala Consilina non può prescindere da un centrale di ruolo, visto che nell’ultima stagione si sono alternati nel ruolo Egea e Vavà, che centrali non lo sono. 


Dunque, obiettivo puntato… anzi ripuntato su Marcio Antonio Zancanaro, che alla fine di febbraio, quando il mercato di riparazione stava esaurendo una delle fasi di proroga dalle quali è stato interessato, sembrava ad un passo (anche di meno) dallo sposarsi con lo Sporting, in coppia con Gustavo Bavaresco. Ma il matrimonio di fatto è stato rinviato, solo Bavaresco ha vestito la maglia gialloblù mentre Zancanaro da Viggiano s’è spostato a Campobasso, partecipando con il CLN Cus Molise alla volata per i playoff e alle successive sfide per la promozione.


Zancanaro e Detta erano rimasti in contatto: è bastata una telefonata e una stretta di mano per trovare l’accordo che permetterà all’ex giocatore di Maran Spoleto, Lazio, Orte, Policoro, Signor Prestito e Orsa Viggiano, di entrare a far parte del roster di Cafù chiamato ad affrontare il prossimo campionato di Serie A2. Non rimane che aspettare che la stretta di mano si tramuti nel classico “nero su bianco”, atto propedeutico alla rituale ufficializzazione del passaggio in gialloverde.


VAVA’, MORGADE E FERREIRA AI SALUTI - Ad un Zancanaro che arriva fa da contraltare una triplice partenza. Dopo tre stagioni lascia Sala Consilina il capitano Valdir De Lima, uno degli artefici della scalata dello Sporting dalla Serie C2 all’A2. Anche Oscar Morgade non ha rinnovato ed è ufficialmente in cerca di una nuova sistemazione così come Matheus Ferreira, attualmente in riabilitazione dopo l’intervento al ginocchio destro che lo ha costretto a saltare quasi tutta la stagione. Ai tre giocatori è arrivato il ringraziamento della famiglia Detta per la propfessionalità che hanno mostrato nel corso della loro militanza a Sala Consilina.