Gear Siaz, col Regalbuto sfida cruciale. Festone: “Ci giochiamo tutto negli ultimi quaranta minuti"

La Gear Siaz si mangia le mani per la sconfitta subita in casa del Cataforio. La squadra di Goulart ha sciupato importanti occasioni per raddoppiare in avvio di ripresa. Nonostante ciò, il direttore generale Eddy Festone non fa drammi. 

“Per prima cosa volevo fare i complimenti al Cataforio per come ha gestito la gara, lottando su ogni pallone e dimostrando quanto tiene a mantenere questa prestigiosa categoria, da alcuni a volte quasi snobbata. Per quanto riguarda noi credo sia la giusta punizione per aver fallito ad inizio ripresa tre occasioni di tre contro uno; queste sono gare complicate dove la classifica e i punti di distanza non contano nulla, bensì contano solo la fame e i dettagli. Chi sbaglia meno vince e così è stato”.

Festone prosegue dando uno sguardo alla classifica (Gear Siaz al quinto posto insieme a Bovalino e Bernalda che si sfideranno nell’ultimo turno ndr) e sul prossimo impegno contro il Regalbuto.

“Credo che il karma abbia rimediato al ritiro della New Taranto, che aveva spodestato il Bernalda del diritto ad essere padrona del proprio destino playoff. Adesso ci giocheremo tutto negli ultimi quaranta minuti, in casa contro il Regalbuto, e sarà fondamentale prima pensare a vincere e poi potremmo guardare al risultato degli altri. Sicuramente contro il Cataforio è stato un passo falso che pur facendo parte del nostro percorso di crescita, che lascia l’amaro in bocca perché quando il destino ti concede un’opportunità si deve essere scaltri e coglierla al volo e su questo abbiamo ancora tanto da imparare”.


Ufficio Stampa Gear Siaz Piazza Armerina